Cutro riparte con Antonio Ceraso: «Lavoreremo per il bene di tutti»

Cutro riparte con Antonio Ceraso: «Lavoreremo per il bene di tutti»

Cutro (KR) – Una nuova Amministrazione Comunale sarà guidata per i prossimi cinque anni dal 72enne Antonio Ceraso. L’unico candidato a Primo Cittadini ammesso a questa tornata elettorale ha ottenuto nella giornata di domenica 27 novembre 3.314 voti (43,7%).

Escluse nei giorni scorsi le liste degli altri due candidati a sindaco Tonino della Rovere con “Insieme risolleviamo Cutro” e Ciccio Sulla  con“ Cutro il nostro partito”. L’ex comandante della Polizia Locale di Crotone Antonio Ceraso diventa  così il Primo Cittadino dopo lo scioglimento della macchina amministrativa e l’insediamento del Commissario Prefettizio, Domenico Mannino. Felice il nuovo Sindaco di Cutro che si appresta a guidare la sua comunità con tanta voglia di mettersi in gioco.

«Questa tornata elettorale mi ha lasciato sensazioni positive – ha commentato Antonio Ceraso -, mi ha permesso di conoscere nuove persone e di lavorare al fianco di una bella squadra».

Un lavoro importante è quello che attende il neo eletto Primo Cittadino.

«Siamo consapevoli delle difficoltà e di quello che ci attende. C’e tanto da fare, ci vorrà impegno costante per cercare di risolvere i problemi che affliggono la nostra città».

Un mandato concesso dai cittadini che al netto della mancanza di concorrenti, hanno voluto concedere fiducia.

«Si tratta di una vittoria di tutti. In questi giorni ci incontreremo per decidere da dove partire. Ci preme avere un maggiore contatto con i cittadini, bisogna renderli partecipi. Senza l’aiuto diretto dei cittadini un Amministrazione non va da nessuna parte».

Alcuni punti saranno trainannti del mandato.

«Legalità e giustizia saranno sicuramente al primo posto – conclude -, poi ci sarà l’agricoltura e le sue problematiche. I servizi andranno garantiti a tutti, sopratutto quelli basilari. Il nostro obiettvo? Far ritornare i cutresi nella loro terra, metterli nelle condizioni di costruirsi un futuro a Cutro senza dover emigrare fuori dal territorio. Proveremo a mettercela tutta per fare in modo che Cutro possa ripartire velocemente».