Dalila Nesci a Crotone: “Il territorio deve spendere le risorse, il Cis è una sfida”

Dalila Nesci a Crotone: “Il territorio deve spendere le risorse, il Cis è una sfida”

Crotone – C’erano i sindaci del comprensorio crotonese questa mattina presso la Prefettura sul Contratto Istituzionale di Sviluppo della Calabria, per discutere degli interventi con la sottosegretaria per il Sud, Dalila Nesci, a sostegno del tessuto economico-sociale che si potranno realizzare con il Cis. Opportunità che si aggiunge ai fondi del Pnrr per valorizzare i territori ricchi di risorse ambientali, di storia e tradizioni.

“Progetti che devono servire il turismo, cultura e riqualificazione urbana, ha spiegato Dalila Nesci per conto del Ministero del Sud. Entro il 15 dicembre i comuni devono insomma presentare le loro proposte di progetto da inviare alla Regione Calabria: “Ci sono diversi concorsi attivati dal Governo per assegnare tecnici del Pnrr – ha detto – consapevoli delle difficoltà abbiamo attivato già delle dinamiche per far sì che siamo sempre più pronti a progettare, pianificare, e a partecipare ai bandi del Pnrr. Gli amministratori hanno diversi progetti – ha aggiunto – si tratta ora di trovare la strategia politica giusta per individuare un progetto che sia aderente alla richiesta del Cis Calabria, che non è uno strumento ordinario, ma un’opportunità in più per i servizi turisti, culturali ed enogastronomici”.

Si finanzieranno progetti che avranno a che fare l’ambiente, la riqualilifazione urbana, la cultura e le minoranze etnolinguistiche, il turismo enograstronomico, sportivo e religioso: “Opporunità che si inseriranno accanto ad altri bandi per i nostri borghi che hanno che hanno nella vocazione turistica il riscontro dello sviluppo economico e sociale”:

I singoli territori, dunque, devono avere l’intero raccordo sul territorio crotonese per svelarne la bellezza: “Sicuramente è premiante favorire delle progettualità con altri comuni dell’area, sicuramente la possibilità di creare partneshir è dato dal Cis Calabria. Questa è una sfida del sistema paese, il Sud deve essere in grado di spendere queste risorse”, ha concluso il Sottosegretario.