Dantedì: perché il 25 marzo si festeggiano la Divina Commedia e Dante Alighieri?

Dantedì: perché il 25 marzo si festeggiano la Divina Commedia e Dante Alighieri?

Anche nel 2022 il mondo celebrerà Dante Aligheri. Quella del 25 marzo non è una data scelta a caso per celebrare il Dantedì perché, secondo gli studiosi, sarebbe la data d’inizio del viaggio nell’aldilà della Divina Commedia.

Il Dantedì è la giornata nazionale dedicata a Dante Alighieri e si celebra in Italia ogni 25 marzo. La data è stata approvata il 17 gennaio 2020, in vista della commemorazione per il settecentesimo anniversario della morte del poeta, avvenuta il 14 settembre 1321.

Ma allora perché la giornata a lui dedicata cade il 25 marzo? Il motivo è da ricercare nella grandezza della sua opera principale, la Divina Commedia, che è finita quasi per identificare il suo stesso autore.

Il 2021 è stato in Italia e nel mondo l’anno delle celebrazioni dantesche: è stata la ricorrenza dei settecento anni dalla morte del poeta, in occasione dei quali sono previste iniziative e festeggiamenti in tutto il territorio nazionale e in molte città all’estero.