Decreto Sostegni, parla Draghi: “Soldi subito, sostegno a imprese, turismo e sport”

Decreto Sostegni, parla Draghi: “Soldi subito, sostegno a imprese, turismo e sport”

“I pagamenti inizieranno l’8 aprile, per chi avra’ fatto domanda. Se tutto va come previsto oggi, 11 miliardi entreranno nell’economia nel mese di aprile”. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Mario Draghi, in conferenza stampa presentando il Decreto Sostegni, aiuti per imprese e privati che vivono a disagi a causa della pandemia.

Sostegni che distribuirà risorse per 32 miliardi di euro a imprese, lavoratori, scuola, sanità e turismo invernale.

Il testo del Decreto, approvato quest’oggi venerdì 19 marzo dal Consiglio dei Ministri, prevede una suddivisione delle misure, messe in atto in base a 5 aree di intervento: sostegno alle imprese e all’economia, disposizioni in materia di lavoro, misure in materia di salute e sicurezza, aiuti agli Enti territoriali e altre disposizioni “urgenti”, dal trasporto pubblico locale alle attività didattiche.

Il decreto legge Sostegni, varato oggi dal Consiglio dei Ministri, contiene importanti misure per il mondo della cultura, che aggiungono oltre un miliardo di euro alle risorse finora stanziate per sostenere un settore duramente colpito dalla pandemia. Spettacolo, cinema e musei sono in grande sofferenza per la perdurante chiusura imposta dalle misure di contenimento del contagio e meritano ogni sostegno, perché esprimono parte notevole della nostra identità”.  Lo ha detto il ministro della Cultura, Dario Franceschini, commentando l’approvazione  del provvedimento che introduce nuove misure di sostegno in favore della cultura.

In particolare, con oltre 200 milioni di euro, verrà devoluta una indennità straordinaria di 2.400 euro per tutti i lavoratori dello spettacolo, con una platea di beneficiari allargata. Oltre agli artisti e maestranze con almeno sette giornate lavorative e un reddito inferiore ai 35.000 euro, saranno interessati anche coloro che, con almeno trenta giornate lavorative, abbiano un reddito inferiore ai 75.000 euro, a differenza delle precedenti erogazioni in cui il reddito massimo ammesso a contributo non doveva superare i 50.000 euro“.

Poi, nel testo del Decreto, lo stralcio delle cartelle che è “un condono di multe di oltre 10 anni fa che noi abbiamo contenuto in importo. Cinquemila di importo sono 2.500 di netto. Questo azzeramento delle cartelle permette un sollievo all’Agenzia delle entrate che è molto oberata e può così proseguire la lotta all’evasione“.

Il Decreto Sostegni contiene l’indennità per i lavoratori dello sport. Lo ha annunciato il ministro del Lavoro Andrea Orlando, con un importo variabile tra 1200 e 3.600 euro.  Il decreto Sostegni prevede “un importante intervento sulla povertà”. Sono previste ulteriori 3 mensilità sul Reddito di emergenza e viene rifinanziato il Reddito di cittadinanza per un miliardo.  Cambierà la disciplina del Rdc consentendo la  possibilità di non disincentivare la ricerca  del lavoro: “se trovi lavoro per sei mesi, non viene interrotto il Rdc e non devi, quando finisci il periodo di lavoro, riavviare le pratiche per il reddito di cittadinanza”.