“DiSegno Sociale” ha una sede: un invito più concreto a continuare con la solidarietà

“DiSegno Sociale” ha una sede: un invito più concreto a continuare con la solidarietà

Un sogno che diventa realtà per tante donne crotonesi che ieri hanno tagliato il nastro della sede dell’Associazione DiSegno Sociale presieduta da Alessandra Perziano. Un primo traguardo raggiunto, verso la solidarietà che non conosce orari o periodi dell’anno. La sede si trova in via Torino 113 a Crotone.

“Un capitolo importante”, è stato definito dalla presidente Perziano: “Finalmente DiSegno Sociale ha trovato una piccola casa per chi ha voglia con noi di fare questo piccolo percorso“.  E proprio proseguire il percorso di solidarietà e vicinanza alle persone più in difficoltà è tra gli obiettivi dell’associazione: “Avere la sede ci dà la possibilità di avere un contatto umano, ed era il desiderio di tutte noi. Non siamo più virtuali, dato che abbiamo una pagina facebook attiva, qui si possono incontrare le esigenze di tutti”.

Tante donne insieme, con esperienze diverse ed età diverse che vogliono lasciare il proprio “disegno” nel sociale: “Insieme abbiamo questa carica di continuare con il volontariato puro, perchè dedichiamo il nostro tempo in maniera gratuita ma con tanto amore. La nostra ricompensa è vedere raggiunti i nostri obiettivi”.

Uno degli obiettivi di questa fine  estate, è stato la raccolta di quaderni, penne, matite, diari e il materiale scolastico per i bambini più in difficoltà: “É andata bene – ha proseguito Alessandra Perzianoquando c’è richiesta, c’è bisogno, esce fuori la Crotone bella. Possiamo testimoniare che, anche se ci sono tante difficoltà nel nostro territorio che conosciamo bene, ci sono segni di solidarietà da molti, e anche da chi ha problemi”.

Poi tra gli obiettivi avvicinare più giovani all’Associazione e, già dai primi mesi di Dicembre, l’associazione sarà attiva per il Natale, per rincuorare tanti bambini che non hanno la possibilità di viverlo con tanti regali e tanti dolciumi. L’invito è di portare qualche pensiero in sede per i bambini meno fortunati.