Don Pino Caiazzo all’ordinazione di don Morrone, sceso dalla sua macchina con il solito sorriso

Don Pino Caiazzo all’ordinazione di don Morrone, sceso dalla sua macchina con il solito sorriso

Crotone – E’ arrivato questa mattina alla guida della sua autovettura Monsignor Giuseppe Antonio Caiazzo, storico parroco della parrocchia San Paolo, in Crotone, per tutti Don Pino. Oggi Arcivescovo di Matera-Irsina, il presule ha concelebrato come co-consacrante nella cerimonia in cui don Fortunato Morrone ha ricevuto l’ordinazione episcopale (leggi qui) nella parrocchia Maria Madre della Chiesa. Dal 12 giugno guiderà la chiesa di Reggio Calabria-Bova dopo le dimissioni di monsignor Giuseppe Fiorini Morosini, per raggiunti limiti di età.

Il solito sorriso di don Pino, anche se celato dalla mascherina,  scendendo dalla sua macchina e rivedendo i crotonesi e le poche persone che sono potute accorrere nella parrocchia per l’evento religioso.

«Intanto sono particolarmente contento e felice – ci ha detto don Pinoe poi penso che davvero che l’Arcidiocesi reggina non poteva ricevere un vescovo migliore di don Fortunato» il Vescovo di Matera ha raccontato la sua amicizia con il nuovo presule, cresciuti insieme ad Isola di Capo Rizzuto: «Conosco le sue qualità come pastore, come teologo, e anche umanamente parlando. Reggio forse aveva bisogno di un’Arcivescovo come don Fortunato Morrone».

Il prelato di Reggio Calabria-Bova Isola di Capo Rizzuto ha il suo terzo Vescovo, dopo  Caiazzo e Staglianò : «Isola fino al 1818 era sede episcopale, quindi in quell’anno hanno soppresso la Diocesi, e siamo non solo tre vescovi, diciamo un’altra cosa, siamo tredici sacerdoti».

Poi, ha aggiunto, di aver dato tanti consigli al compagno di infanzia don Fortunato Morrone.  Dopo l’ordinazione, un caldo abbraccio tra i due amici di infanzia.

Danilo Ruberto

Crotone, don Fortunato Morrone consacrato vescovo: “La Chiesa ha dato un segno, poichè è un uomo semplice”