Elezioni – “Cutro il nostro partito”: sabato assemblea pubblica

Elezioni – “Cutro il nostro partito”: sabato assemblea pubblica

ELEZIONI CUTRO (KR) – Il Consiglio di Stato ha definitivamente confermato l’esclusione di due delle tre liste presentate per partecipare alle elezioni comunali di Cutro del prossimo 27 novembre indette dopo quasi due anni di commissariamento dell’ente a causa dello scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose.

Le liste ‘Cutro il nostro partito’, con candidato sindaco l’ex assessore regionale Ciccio Sulla espressione di movimenti cittadini, ed “Insieme risolleviamo Cutro” con candidato sindaco Antonio Della Rovere espressione del Pd in coalizione con M5S e associazioni, erano state escluse perché, secondo la commissione provinciale elettorale, presentate oltre il limite delle ore 12 del 29 ottobre scorso; per la lista di Della Rovere, la ricusazione era stata motivata anche da una carenza documentale relativa alle firme dei sottoscrittori che erano su fogli distinti dalla lista.

Così scrive la lista “Cutro il nostro partito”:

La presenza di un confronto democratico tra più proposte alternative è l’essenza della democrazia e la situazione che si è venuta a creare, a Cutro, dove il 27 novembre ci sarà una sola lista sulla scheda elettorale, preclude ai cittadini la possibilità di esercitare tale scelta.
Il fatto che le responsabilità della burocrazia e fattori indipendenti dalla volontà dei presentatori della lista siano messi in condizione di incidere così pesantemente sul futuro di una comunità cittadina ci fa esprimere seria preoccupazione.

A subirne le conseguenze non è una lista o i suoi candidati, ma l’intera collettività, privata della libera possibilità di scegliere i propri amministratori e costretta ad esprimersi in una sorta di referendum su un’unica proposta, con le conseguenze che questo comporta anche in termini di formazione del futuro Consiglio comunale.
Il gruppo politico “Cutro il nostro Partito”, guidato dall’on. Francesco Sulla, per informare i cittadini di quanto è accaduto e per illustrare la propria posizione, invita tutta la cittadinanza ad un’assemblea pubblica che si terrà sabato 12 novembre alle ore 17.00 nella sala polivalente “Falcone e Borsellino”.