Esercitazione “Sisma dello Stretto”: domani si simulerà un terremoto e maremoto

Esercitazione “Sisma dello Stretto”: domani si simulerà un terremoto e maremoto

Scatterà domani, a partire dalle 10, l’esercitazione della Protezione Civile nazionale “Sisma nello Stretto” che comprenderà 37 comuni della Città Metropolitana di Reggio Calabria e 19 di quella di Messina.

Come base dell’allarme sarà ipotizzata una scossa sismica maggiore di quella registrata nella zona dello Stretto, nel 1975, a 5 chilometri dalla costa reggina.

“E’ il frutto di lavoro di mesi – ha detto nella conferenza stampa di presentazione dell’esercitazione il Capo Dipartimento della Protezione Civile Fabrizio Curcio, affiancato dal presidente della Giunta regionale Roberto Occhiuto e dal capo della Protezione civile regionale Domenico Costarella, in collegamento con il presidente dell’Assemblea regionale Siciliana Renato Schifani e i Prefetti di Reggio Calabria e Messina, Massimo Mariani e Cosima Di Stani – che ci consentirà di testare il sistema di protezione civile e i sistemi di coordinamento sul territorio. Testeremo una procedura che sarà utilizzata per migliorare le pianificazioni nazionali e territoriali e, per la prima volta, il sistema di allertamento alle persone, con circa 500mila che riceveranno un messaggio di allerta sul proprio cellulare.

Sarà per noi – ha aggiunto il Capo del Dipartimento della Protezione Civile un momento importante di verifica su una tecnologia che stiamo testando in Italia, e in altre parti del mondo”.

Curcio ha sottolineato l’attività operativa in campo per i danni ipotetici conseguenti al sisma che coinvolgeranno 56 Comuni e la interrelazione che esiste tra le due regioni. “A Reggio Calabria sarà allestita la Direzione Comando e Controllo, Dicomac, che voi sapete – ha detto ancora – segue la riunione del Comitato operativo che si riunisce a Roma”

Come nascono i terremoti? Come si misura la loro forza e come si misurava in passato? Quali tecnologie abbiamo a disposizione oggi per rendere più sicure le nostre abitazioni? Cosa avviene all’interno di un edificio comune quando arriva il terremoto? E cosa bisogna fare o evitare di fare durante una scossa?

Domande a cui tutta la cittadinanza potrà avere risposte attraverso la mostra (con tanto di simulatori) allestita all’interno della grande tensostruttura della Protezione Civile presso il lungomare di Reggio Calabria, nelle adiacenze della Stazione Lido, attività che rientra nell’ambito dell’esercitazione nazionale sulla gestione dei terremoti, al via domani in tutta l’Area dello Stretto.

La mostra itinerante “Terremoti d’Italia”, realizzata dal Dipartimento di Protezione Civile, verrà inaugurata proprio domattina, 4 novembre, alle ore 10:00, con tanto di taglio del nastro e prima visita guidata che fungerà da apripista per tutte le scolaresche e per ogni cittadino interessato.

Alla conferenza stampa di inaugurazione interverranno il Vicepresidente della Calabria, Giusi Princi, l’Assessore regionale alle Infrastrutture, Mauro Dolce, il Sindaco f.f. del Comune di Reggio Calabria, Paolo Brunetti, ed il Coordinatore dell’Ambito Territoriale Provinciale di Reggio Calabria, Vito Primerano.

“Terremoti d’Italia” punta a stimolare i cittadini, in particolare i più giovani, a un ruolo attivo nel campo della prevenzione. Il percorso di visita della mostra, guidato dai volontari dell’associazione Lares Italia, culminerà con i due spettacolari simulatori sismici, progettati per riprodurre il movimento sismico, osservandone direttamente e da vicino gli effetti. Si ricorda che la grande mostra sarà attiva dal 4 novembre al 3 dicembre, per conoscere da vicino uno dei rischi naturali che più interessano il nostro Paese e la Calabria in particolare: il rischio sismico.

L’apertura al pubblico, con ingresso gratuito, è da lunedì a sabato, dalle 9 alle 13 e dalle 15 alle 18, precisando che gli orari mattutini sono riservati alle scuole, che dovranno prenotarsi al seguente link: https://www.eventbrite.it/e/biglietti-mostra-terremoti-ditalia-453715343807 Ulteriori informazioni sul sito www.protezionecivilecalabria.it