Faillo, emblema del senso civico, entra al Liceo Classico Pitagora

Faillo, emblema del senso civico, entra al Liceo Classico Pitagora

Crotone – E così Faillo, l’atleta e militare greco, ha varcato le soglie del Liceo Classico Pitagora in punta di piedi, raccontandosi e narrando le vittorie ottenute ai Giochi pitici, pentathlon e la partecipazione ai maestosi giochi di Olimpia.

Sono anni in cui si discute a Crotone del krotoniate Faillo, la cui conoscenza dell’eroe del mondo antico è arrivata fin oltre i confini nazionali con la scrittura del romanzo “Faillo il pitionico“. E venerdì mattina, nell’ambito delle attività di Libriamoci, l’autore Gianluca Facente ha incontrato gli studenti delle prime classi del Liceo crotonese, diventando loro protagonisti della storia che lo scrittore ha messo nero su bianco con la sua opera.

In realtà ho fatto poco e nulla – ci ha detto lo scrittore a margine dell’incontro di ieri, avvenuto nell’aula magna  – ho spiegato cosa è Faillo, oltre chi è. Ma in realtà sono stati gli studenti a spiegarlo a me, ed è stata un’emozione grande. Bisogna partire dalle nuove generazioni, perchè ciò manca è essenziale che lo aggiungano loro“.

Faillo, ha detto l’autore, è l’emblema della riscossa, con il recupero della storia crotonese e krotoniate: “Il recupero di ciò che è moralmente utile e che nel corso dei secoli è scomparso. Non vogliamo che la gente riviva il passato, ma il recupero di sentimenti come lealtà e senso civico che in età classica esistevano ed erano il collante fra gli uomini”.

Alla fine dell’incontro gli alunni hanno omaggiato Facente con una maglia con impresso il logo dell’istituto crotonese, insieme all’immagine di Faillo il Pitionico. Così hanno scritto, infine, i ragazzi che hanno partecipato all’iniziativa:  “Leggere Faillo è stato per noi giovani, al primo anno del liceo, come viaggiare nella grecità alla riscoperta delle nostre radici, del coraggio di essere. Il nostro intento è stato quello di dar voce al coraggioso eroe Faillo per il quale tutto è possibile per chi non si arrende e difende il sogno che ha. Parola chiave della giornata è stata kalokagathia, bello e buono, eccellenza valorosa in guerra. Dialogare con lo scrittore Gianluca Facente ha emozionato ed incuriosito; affascinati dalla notevole capacità comunicativa, abbiamo amato il nostro eroico passato non così lontano, ma piuttosto reale nel nostro presente”.

Danilo Ruberto