Home In Calabria Ferrovie, la Regione Calabria lavora alla tratta Sibari-Roma

Ferrovie, la Regione Calabria lavora alla tratta Sibari-Roma

0
Crotone Service – Banner News
Michele Affidato – sezione post
CrotoneOk – Banner News
Il mondo della tecnologia – news- scadenza 5 novembre
Omcs – Banner News
Reale Mutua – sezione post
Rlm – Banner News

Potenziare il collegamento ferroviario tra la Calabria e Roma. È l’obiettivo di una delibera con cui la Giunta regionale ha approvato un Rapporto di fattibilità su un servizio diretto “di elevate prestazioni” tra l’area della Sibaritide e della parte jonica medio e alta della Calabria e la capitale.

Nel provvedimento si ricorda che nel 2017 ” la Giunta regionale ha dato mandato agli assessori Roberto Musmanno, con delega alle infrastrutture, e Francesco Russo, con delega al Piano regionale dei Trasporti, di promuovere ogni opportuna intesa istituzionale con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, e con le aziende ferroviarie interessate, per il potenziamento di servizi di connessione dallo Stretto alla Capitale in 4 ore utilizzando la direttrice tirrenica, velocizzando e potenziando i servizi gia allora presenti di classe Freccia, nonché ottimizzando e rendendo più efficace il sistema di scambio intermodale e in particolare quello ferroviario, secondo un rapporto di fattibilità allegato alla stessa deliberazione.

Dal 10 dicembre 2017 è stato attivato un nuovo servizio ferroviario veloce di collegamento Calabria-Roma”. L’esecutivo annota quindi che “i flussi passeggeri a valle dell’istituzione dei predetti nuovi servizi attivati, rispettivamente, dall’11 dicembre 2016 e dal 10 dicembre 2017 sono significativamente aumentati”, e questo – si legge ancora nella delibera di Giunta – rende “necessario un ulteriore potenziamento dell’offerta attuale di servizi tra la Calabria e Roma, al fine di incrementarne l’efficacia rispetto alle esigenze della domanda, anche con particolare riferimento a quella turistica e alla domanda proveniente dalla zona Jonica calabrese, zona attualmente non collegata con servizi ferroviari diretti con Roma”.

Per questo – ricorda la Giunta regionale – “è stato redatto un apposito Rapporto di fattibilità dal quale emerge incontestabilmente che la proposta di potenziamento del servizio ferroviario dalla Calabria alla Capitale e immediatamente fattibile e pienamente sostenibile ambientalmente, economicamente e socialmente. Nel dettaglio, emerge la necessita di potenziamento dei servizi di classe freccia in generale, e in particolare di garantire un collegamento diretto tra lo snodo della Sibaritide (a servizio della parte jonica medio e alta) sia in direzione Sibari-Roma, sia in direzione Roma-Sibari; emerge come la proposta non prevede particolari interventi infrastrutturali sulla rete”.

In conclusione, la Giunta regionale ha quindi deciso di “promuovere ogni opportuna intesa istituzionale con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, con il Ministero dell’Economia e delle Finanze, e con le Aziende ferroviarie potenzialmente interessate, per il potenziamento di servizi di connessione tra lo snodo della Sibaritide (a servizio della parte jonica medio e alta), utilizzando la direttrice tirrenica e la trasversale Paola-Sibari, velocizzando e potenziando i servizi di classe Freccia, nonché ottimizzando e rendendo più efficace il sistema di scambio intermodale e in particolare quello ferroviario”.