(Foto) Allattare al Museo, Soroptmist e Unicef inaugurano il Pit Stop ai Giardini di Pitagora

(Foto) Allattare al Museo, Soroptmist e Unicef inaugurano il Pit Stop ai Giardini di Pitagora

Crotone – Il Pit Stop è un punto dove le donne possono allattare, prendersi cura del proprio bambino, nutrirlo e cambiarlo: questo punto di riferimento per le donne è stato allestito presso il Museo e Giardini di Pitagora, dal Soroptmist di Crotone insieme all’Unicef, rappresentato da Michele Affidato, che ne è ambasciatore.

La stanza è stata allestita con cura e volontà, e alcuni giochi, colori e lo scalda latte sono stati donati dall’associazione Noi mamme e bebè.

«Il progetto nasce da un protocollo d’intesa per sancire i diritti dell’infanzia e dell’adolescenza – ci ha detto Agnese Agostinacchio, presidente del Soropmist –  la scelta del Museo di Pitagora non è stata una scelta casuale, è un luogo di cultura, e noi vogliamo diffondere la cultura del rispetto della donna». 

Inaugurata da Soroptmist e da Santo Vazzano, inoltre, una panchina all’interno del Parco, di colore arancione, in ricordo delle donne vittime di violenza: «Abbiamo voluto ricordare quelle donne che per la violenza dell’uomo non sono mai potute essere mamme. Oggi siamo qui per la libertà della donna».

Presente anche Michele Affidato, ambasciatore Unicef: «Una prova di questa grande associazione della città che ha voluto sposare il progetto con Unicef Italia – è il suo pensiero – è una bellissima stanza per i bambini, e devo fare i complimenti perchè in questo periodo difficile di pandemia, poter realizzare una stanza per i bambini, è un traguardo, di questo ne sono onorato».

L’intenzione del Consorzio Jobel, che gestisce il Museo e Parco Pitagora, è quello di creare un museo comunitario: «Siamo uno dei primi Musei che apre una stanza per le famiglie, questo è un museo attento ai giovani e ai bambini», ha detto Santo Vazzano, del Consorzio Jobel.

«Le mamma dell’associazione Noi Mamme e Bebè si sono rese subito disponibili facendo delle donazioni di elementi utili per poter rendere confortevole questa stanza di allattamento» ha concluso Vittoria Zurlo.

Danilo Ruberto