Franco Eco ospite al SAMA International Music Festival in Sudan

Franco Eco ospite al SAMA International Music Festival in Sudan

Sarà il compositore di colonne sonore Franco Eco a rappresentare l’Italia al SAMA International Music Festival, uno dei più rilevanti festival africani organizzato con il supporto di enti culturali di spessore mondiale, tra cui il British Council, Goethe Institut, Institut Français, Coperaciòn Espanola e l’Ambasciata Italiana in Sudan, che ha invitato il compositore per un doppio appuntamento. Il 23 ottobre nella capitale Khartoum andrà in scena lo spettacolo “Dante Concert”, un viaggio sulle suggestioni musicali della “Divina Commedia” composte dal maestro Eco e recitate da Emanuele Montagna e Asia Galeotti, prodotto dal Gruppo Teatro Colli di Bologna e in scena per la XXI Settimana della Lingua Italiana nel Mondo. Il giorno successivo il maestro Eco terrà nella capitale sudanese una masterclass dal titolo “The work of soundtrack in the age of technical reproducibility – L’uso della colonna sonora nell’epoca della sua riproducibilità tecnica” sotto l’egida dell’ACMF – Associazione Compositori Musica per Film di cui è membro sin dalla sua fondazione.

Attivo da diversi anni nella diplomazia culturale il maestro Eco ha già svolto diverse masterclass sulla colonna sonora in giro per il mondo e presso gli Istituti Italiani di Cultura come quelli di Los Angeles, Kiev, Manila, Cotonou. L’esperienza africana non è nuova, infatti ha ricoperto il ruolo di attaché culturel per l’Ambasciata del Benin in Italia riuscendo a portare a Roma come allievi venti giovani talenti beninesi per studiare musica e teatro grazie all’intervento della Farnesina, e di questi venti talenti lo stesso maestro Eco è attualmente produttore musicale dell’album di solo basso di Daniel Sam (Benin) di prossima uscita.

“Devo ringraziare l’ambasciatore italiano in Sudan Gianluigi Vassallo, Fortunato Mangiola e tutto lo staff di ambasciata per questo invito così prezioso – racconta il compositore. È un fardello importante quello di portare in Africa la parola di Dante Alighieri nel suo settimo centenario dalla morte. Questo spettacolo musicale non sarebbe mai nato senza la forza vocale di Emanuele Montagna. Nel Dante Concert musica e parola trovano un unico connubio, poco convenzionale e di forte impatto emotivo. Mi rammarico solo che dopo 14 anni di tournée lo spettacolo non sia mai approdato in Calabria, la terra dove sono nato, forse coerentemente con l’esilio che subì Dante dalla sua Firenze”.

Non solo spettacolo, “Dante Concert” è anche opera discografica (UdU Records, 2009) la cui prefazione al disco è stata firmata nientepopodimeno che da Giulio Andreotti in persona, proprio a sottolineare come l’opera dantesca sia anche un racconto politico oltre che arte e verso musicale (i più curiosi potranno ascoltare l’album “Dante Concert” di Franco Eco su Spotify, Apple Music, etc.). Non ci resta che augurare al maestro Franco Eco un pieno successo per tutte le attività di diplomazia culturale, per la divulgazione della parola “musicale” di Dante nel mondo e per il retaggio della colonna sonora di cui l’Italia vanta pionieri e antesignani, primo fra tutti Ennio Morricone.