Fratelli tutti, l’enciclica sociale del Papa che parla alla comunità tutta

Fratelli tutti, l’enciclica sociale del Papa che parla alla comunità tutta

Nel giorno in cui la Chiesa ha celebrato San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia e d’Europa, Papa Bergoglio ha presentato l’enciclica sociale intitolata “Fratelli tutti”. La fraternità, secondo il Santo Padre, è da promuovere non solo a parole, ma nei fatti. Fatti che si concretizzano nella “politica migliore”, quella non sottomessa agli interessi della finanza, ma al servizio del bene comune, in grado di porre al centro la dignità di ogni essere umano e di assicurare il lavoro a tutti, affinché ciascuno possa sviluppare le proprie capacità.

Papa Francesco sottolinea che un mondo più giusto si raggiunge promuovendo la pace, che non è soltanto assenza di guerra, ma una vera e propria opera “artigianale” che coinvolge tutti. C’è spazio anche per l’ambiente, la politica come “cosa comune”, la libertà di religione, la questione legata al fenomeno delle migrazioni dei popoli ma anche il nodo sulla pena di morte per la quale Francesco chiede l’abolizione.