“Freedom”si aggiudica il concorso d’arte al tempo del Coronavirus

“Freedom”si aggiudica il concorso d’arte al tempo del Coronavirus


L’arte come mezzo di svago durante la pandemia, ma anche come strumento universale di pensieri e sentimenti positivi. Si è concluso con successo il contest solidale virtuale “Colora il virus con la tua arte” nato dall’idea di tre donne cosentine: Teresa Scotti, scrittrice di poesie ed organizzatrice di mostre d’arte e Carmen e Michela Cospite, sorelle, entrambe laureate in Storia dell’Arte e con una profonda propensione nel divulgare la cultura sotto ogni genere di forma. Un progetto che è nato a Cosenza, in un pomeriggio dell’11 marzo 2020, quando la paura per il contagio da coronavirus si è trasformata in qualcosa di positivo e sopratutto creativo, volto ad aiutare gli artisti e le persone di tutta Italia costrette a sostare in casa.

Ad essere creata una pagina Facebook all’interno della quale è stato esortato l’invio di opere per partecipare all’iniziativa. Attraverso i mezzi social e sopratutto mediante il passa parola sono pervenute 93 opere d’arte da tutta Italia. Molti disegni sono stati creati dai bambini. Tutti gli artisti hanno voluto esprimere con maestria il proprio stato d’animo.

Al termine della rassegna la vittoria è stata conferita all’artista di Omegna (Piemonte) Michela Mirici Cappa con la sua creazione dal titolo “Freedom”. «Abbiamo scelto questa opera perché fin da subito ci ha profondamente emozionato. Temiamo infatti che l’obbligo di mascherine e guanti, possa mettere “sotto vuoto” le emozioni per troppo tempo ed alimentare un clima di ansia e paura nel rapportarsi con l’altro. L’ opera di Michela, ci ricorda che l’amore è una forza più grande dell’odio e che può riportarci piano piano a vivere la nostra vita con serenità e con maggiore intensità».