Gaspare da Brescia: «Un progetto per la rinascita della città e della sua storia»

Gaspare da Brescia: «Un progetto per la rinascita della città e della sua storia»

Il maestro torna in città per realizzare la statua di Pitagora

«Mi fa onore ricevere questo prestigioso incarico da parte del Sindaco e della città. Un prestigio che adesso è anche una grande responsabilità per me». Non nasconde il suo giubilo il maestro Gaspare da Brescia che torna a Crotone per proseguire un progetto che porterà alla realizzazione della statua di Pitagora.

L’artista aveva già iniziato a lavorare sull’opera dedicata al filosofo e matematico di Samo nel 2015. Un progetto che però non si concretizzò. Ora, invece, sembrano esserci tutte le condizioni per portare a termine la realizzazione di quello che è «un progetto di grande spessore culturale, di interesse internazionale, visto che la figura di Pitagora – spiega Gaspare Brescia non appartiene solo a Crotone ma all’intera umanità».

Quello che cambierà rispetto al passato è sostanzialmente il modo in cui il laboratorio si aprirà alla città: «Continuerà – aggiunge l’artista – quello che ho iniziato negli anni passati, ma si incrementerà il rapporto partecipativo con la gente, con i cittadini, con il tessuto sociale, politico ed economico non solo del capoluogo ma anche del territorio limitrofo. Spero che anche realtà economiche, culturali ed imprenditoriali facciano parte di un corpo unico che è la rinascita della città e della sua antica storia. Pythagòras Lab rientra in quello che è un progetto master che riguarda la rivalutazione della città pitagorica».

Anche nella costruzione della statua ci sarà un’evoluzione: «Si ripartirà dall’idea di progettazione della statua creata negli anni passati però si allargherà ad un laboratorio attrezzato per mostrare le qualità tecniche, artistiche e culturali di varie maestranze: dal mondo metallurgico a quello siderurgico, passando per quello orafo e legato alle arti plastiche in generale. Sarà un vero e proprio laboratorio a cielo aperto che racconterà tutta la storia. Poi ci sarà un secondo step che riguarderà la fusione e spero di fonderla sul nostro territorio».

Riguardo ai tempi di realizzazione Gaspare Brescia non ha dubbi: «Tutto sarà fatto prima della calata del quadro della Madonna di Capocolonna».

V. R.