Gianfranco Turino si dimette da Crotone Sviluppo

Gianfranco Turino si dimette da Crotone Sviluppo

Riceviamo e pubblichiamo:

Nella giornata di ieri, domenica 23 febbraio, l’avvocato Claudia Parise, da me incaricata, ha inviato via pec al Comune di Crotone la “Memoria partecipativa ex art. 10 L. n. 241/1990” in riscontro alla contestazione avanzata dal Commissario Straordinario, dott.ssa Costantino.

Il documento prodotto dall’avvocato Parise, dopo approfondita analisi della vicenda e della documentazione di riferimento, “Rileva l’assenza di qualsivoglia difformità tale che possa condurre ad una revoca dell’incarico preannunciato dal Commissario Straordinario”.

Con la “Memoria partecipativa” presentata, l’avvocato ha chiesto l’archiviazione del procedimento amministrativo, mosso dal Commissario Straordinario nei miei confronti relativamente ad un certificato di servizio, rilasciato in qualità di AU di Crotone Sviluppo.

La contestazione mossami dal Commissario Straordinario non incide sulla gestione di Crotone Sviluppo S.p.A., ma su un documento afferente una certificazione di servizio.

Nessuna contestazione viene, dunque, mossa al sottoscritto relativamente alla gestione della società.

D’altronde i risultati che Crotone Sviluppo ha generato in questi ultimi venti mesi parlano da soli.

Una delle attività principali svolte da Crotone sviluppo è l’elaborazione di proposte progettuali finalizzate all’intercettazione di Fondi comunitari, nazionali e regionali.

I risultati da questo punto di vista sono molto soddisfacenti. La società in questi due anni ha prodotto per il Comune di Crotone ben 23.173.460,28 € di risorse intercettate esclusivamente attraverso le attività svolte da Crotone Sviluppo.

Crotone Sviluppo ha svolto inoltre una importante funzione di assistenza tecnica al Comune di Crotone nella fase di progettazione, attuazione, monitoraggio e rendicontazione dei progetti.

Alla luce di questi dati non posso che esprimere piena soddisfazione per l’operato di Crotone Sviluppo e ringraziare la professionalità dei dipendenti della società che rappresentano realmente una eccellenza non solo per questo territorio ma per tutta la regione Calabria.

Sono stati venti mesi intensi, colmi di soddisfazioni professionali e umane.

Questa mattina, infine, ho inviato al Commissario straordinario le mie dimissioni irrevocabili, prendendo atto della palese compromissione del rapporto fiduciario.

Ho preferito rimettere il mio mandato dopo comunque risposto alle contestazioni avanzatemi dal Commissario Straordinario, perché non è mio costume scappare davanti alle mie responsabilità, ma un attimo dopo aver prodotto i documenti necessari ho voluto formalizzare ciò che avevo già preannunciato alla dott.ssa Costantino nel nostro primo incontro, durante il quale avevo già espresso la mia disponibilità a lasciare il ruolo affidatomi dal sindaco Pugliese.

Una decisione figlia del profondo rispetto che nutro nei confronti delle istituzioni.

È stata una scelta sofferta ma doverosa.

A Crotone Sviluppo lascio un pezzo del mio cuore, perché nel corso di questi mesi si è creato un rapporto speciale, una vera e propria simbiosi tra me e le dipendenti della società, rapporto che ha generato un vero gioco di squadra.

In conclusione vorrei ringraziare la mia famiglia per la pazienza dimostrata in questi due anni, chiedergli scusa per il tanto tempo sottratto loro, e dedicare un pensiero particolare a Marilena, Marika, Giovanna, Titti e Laura, le cinque dipendenti di Crotone Sviluppo, che con la loro professionalità e con la loro carica umana hanno reso speciale questa mia esperienza.

Gianfranco Turino