Giornata dell’Arte: Gli studenti vivono il centro storico di Crotone

Giornata dell’Arte: Gli studenti vivono il centro storico di Crotone

I vicoli del centro storico di Crotone hanno rivissuto nella Giornata dell’Arte “Custodiamo Patrimoni Straordinari”, fuori dall’ordinario, “fuori” nelle vie degli “stretti” di Crotone, fornendo un senso alle Piazze del centro storico. La Giornata, in cui gli studenti delle scuole della Provincia sono divenuti gli attori principali del 16 aprile, è realizzata dalla Consulta Provinciale degli Studenti, in collaborazione con il Coordinamento delle Ccppss, patrocinata dalla Pcm Dipartimento delle Politiche Giovanili e del Servizio Civile Universale, dalla Regione Calabria e sostenuta dall’Ufficio Scolastico Regionale. Piazza Duomo, via Pitagora, via Pizzicagnoli, via Milone, la ferriata, a niva vecchia, via Suriano, Santa Veneranda sono state animate dalle espressività degli studenti: i dipinti sui muri, i quadri viventi, le rappresentazioni teatrali, le orchestre musicali, la musica trap e rap, giochi tradizionali, una visita gratuita al Museo Archeologico Nazionale, le porte aperte di Palazzo Giunti alla presentazione di un libro a cura di uno studente universitario, l’arte culinaria con le frittelle e le esposizioni dei pannelli sono frutto del lavoro degli studenti della nostra provincia che hanno vissuto il centro storico e il suo patrimonio straordinario: «stiamo cercando di valorizzare quest’area – ha dichiarato Elio Castelliti, Presidente della Consulta Provinciale degli studenti – un’area che può dare tanto a Crotone, ricca di storia e anche ricca di tante persone che cercando di fare il meglio per questo posto. Non solo pittura ma tutta l’arte possibile, canto, poesia, musica. Non si erano mai visti tanti miei coetanei qui, la nostra azione della consulta quest’anno si sta concentrando sul valorizzare quanto Crotone e la sua Provincia ha di bello».

La giornata dell’Arte si è svolta il giorno successivo all’incendio del Notre Dame de Paris, la cattedrale parigina, simbolo della cultura francese e della bellezza dell’arte gotica: «brucia la storia – ha aggiunto – è andato distrutto un monumentale così antico che racchiude tutta la storia». Si può recuperare il centro storico «tramite attività come queste, finanziando i progetti artistici» ha affermando una studentessa dell’Istituto Lucifero di Crotone. Salendo verso la Ferriata, una studentessa ha dipinto il filosofo e matematico Pitagora su di un muro: «noi del Liceo Artistico Santoni abbiamo scelto il matematico di Crotone poichè è il simbolo della nostra città, è un nostro colosso, è un onore omaggiarlo dato che merita l’attenzione di molti critici e studiosi. Il pensiero di Pitagora deve essere coltivato in ogni parte del mondo». Anche questa studentessa ha rivolto un pensiero all’indomani della tragedia del Notre Dame de Paris: «è disarmante. Spero si possa recuperare, anche perchè nel mondo della tecnologia credo che molta si possa fare per recuperarlo».

Danilo Ruberto