Giro di boa con sconfitta per la Rari Nantes Crotone

Giro di boa con sconfitta per la Rari Nantes Crotone

La quinta giornata del girone di andata, per la Rari Nantes Crotone di mister Francesco Arcuri, si conclude con una sconfitta a Catania, sabato 16 aprile. Arrivata in terra sicula con 6 punti, la squadra crotonese cede alla prova di maturità perdendo l’importante sfida con l’Etna Waterpolo, e permettendo così ai rivali di prendersi il secondo posto in classifica  (10-8 per i catanesi).

«Dettagli. Dettagli che fanno la differenza tra chi vince e chi perde – ci ha detto il presidente della Rari Nantes Vincenzo Arcurial di là di ogni valutazione sulle differenti condizione psicofisiche con le quale ci si presenta alle partite, la maggiore consistenza di squadra ha portato i tre punti all’Etna. Ne siamo consapevoli. Lo avevamo messo in conto quando insieme a mio fratello abbiamo pensato e poi costruito questa squadra ma non avevamo molte alternative. E va bene ora e andrà bene fino alla fine del campionato».

Sull’aspetto tecnico della partita, aggiunge: «Ho contato almeno 15 azioni nette, pulite, con il nostro Giocatore che tira in porta con una visuale libera, non sfruttate. A questi livelli si paga. Loro del tutti cinici hanno fatto goal in ogni azione utile. E quasi sempre vincendo gli uno contro uno. Onore e merito loro. Noi a parte l’amarezza, ci teniamo la sconfitta e cercheremo di ripartire con il solito entusiasmo».

Concluso il girone di andata, nella prima di ritorno i crotonesi osserveranno il turno di riposo. «Sabato 15 maggio, tra un mese, incontreremo la Brizz Catania in quella che dovrebbe essere la nostra prima partita casalinga. Sic!».

 

Danilo Ruberto