Gli studenti del Liceo Gravina trionfano al concorso “Giovane geologo” indetto dall’Unical

Gli studenti del Liceo Gravina trionfano al concorso “Giovane geologo” indetto dall’Unical

Gli alunni delle classi IV A (Liceo Linguistico) e II A (Liceo Musicale)hanno partecipato con il corto dal titolo “Il Canto delle Pietre” con il supporto del prof. A.G. Cosentino

Si è chiuso “col botto” il lungo ciclo di incontri che ha coinvolto alcuni studenti del Liceo Gravina di Crotone. Coordinati dal docente Antonio Giulio Cosentino, i ragazzi delle classi IV AL e II AM hanno incontrato nel corso dell’anno alcuni docenti del Dipartimento di Ecologia, Biologia e Scienze della Terra (Dibest) dell’Università della Calabria per parlare di geologia. Il 21 febbraio si è svolta la lezione con la professoressa EmiliaLe Pera mentre il 18 marzo l’incontro con i professori Salvatore Critelli ed Edoardo Perri.

Gli incontri hanno avuto come fulcro il rapporto “Uomo – Natura” (antropocene) e la Geologia connessa all’arte e alla società.

Frutto di questo intenso lavoro è stata la realizzazione di un video: “Il Canto delle Pietre”, il cui storytelling, realizzato dai ragazzi della classe IV AL, ha attraversato le tematiche geologiche trattate in modo creativo attraverso una composizione musicale creata dagli studenti (), a partire dal rumore prodotto dall’urto di alcune rocce.

Il corto realizzato è stato ideato e strutturato per poter permettere ai ragazzi di partecipare al concorso “Giovane geologo…Un Geologo è per la vita”,giuntoquest’anno alla sua II Edizione. Il concorso è statoindetto dall’Università della Calabria e ha come scopo la raccolta dei lavori realizzati da brillanti studentesse e studenti provenienti da istituti scolastici superiori di tutta la regione, che hanno dimostrato entusiasmo, rigore scientifico, capacità divulgative sui temi della geologia.

È stato proprio “Il Canto delle Pietre” ad aggiudicarsi, lo scorso 8 giugno all’interno dell’Aula Magna dell’Università della Calabria, il primo posto con la seguente motivazione espressa dalla giuria:
“La grande creatività e innovatività di estrarre e riprodurre una melodia musicale dal suono delle rocce e i disegni artistici da immagini delle sezioni sottili di rocce e per l’ottimo coinvolgimento degli studenti”.
A consegnare il premio è stato il Presidente dell’Ordine dei Geologi della Calabria, Giulio Iovine.

I membri della commissione di valutazione sono stati: Fabio Scarciglia, Paola Donato, Giovanni Vespasiano, Francesco Perri, Edoardo Perri, Giuseppe Cianflone Andrea Bloise, Eugenio Nicotrae Valeria Lupiano.
Un risultato eccellente se si considera che lo studio delle scienze della terra è sempre più messo ai margini della società. Grande merito, quindi, va dato al professore Cosentino che ha saputo,assieme agli altri colleghi, entusiasmare e guidare i ragazzi fino al raggiungimento di questo riconoscimento, che premia anche la grande voglia di mettersi in gioco e di conoscere di tutti i ragazzi.

I ragazzi che hanno contribuito al risultato sono stati: Silvia Nicoletta, Giorgia Montefusco, Georgieva Zara, Valeria Marino, Cecilia Angileri, Massimo Pirnea, Lucia Grimaldi, Giovanna Mattiello, Filomena Andreoli, Giorgia Vrenna, Giada Vrenna, Samuel Ferreri, Martina Gargano, Mattia Marino, Raffaela Amoruso, Christian Bruno e Luca Caracciolo.

Link video: https://youtu.be/eUNX7CjU4CQ