Green pass e mascherine addio, con il nuovo decreto l’allentamento delle restrizioni: ecco cosa succederà

Green pass e mascherine addio, con il nuovo decreto l’allentamento delle restrizioni: ecco cosa succederà

Il sottosegretario alla Salute Andrea Costa: “Ci sono ancora 7milioni di italiani senza terza dose. Solo quando tutti avremo il booster una recrudescenza del virus farà meno paura”.

Le mascherine non saranno abbandonate certo all’improvviso. Nè le chirurgiche, nè le FFP2. “Inizierà un percorso graduale”, ha continuato  Costa intervenuto a ‘Radio anch’io  su Radio Uno. “Ovviamente   dobbiamo valutare l’andamento dei contagi da Covid 19 e soprattutto vedere se produrrà una pressione sugli ospedali”.

Intanto il governo è a lavoro per la roadmap delle riaperture e riunisce la cabina di regia. Domani è previsto infatti il Consiglio dei ministri  per il nuovo  decreto Covid. “Dire con chiarezza che dobbiamo completare un’azione fondamentale – ha continuato Costa –  oggi abbiamo ancora circa 7 milioni di italiani che devono ricevere la dose booster del vaccino anti Covid. Dobbiamo assolutamente raggiungere questo obiettivo perché quando tutti saremo vaccinati con la terza dose anche una recrudescenza del virus farà meno paura”.

Come sappiamo sarà dichiarata la fine dello stato di emergenza il  31 marzo. Nonostante la curva alta dei contagi.  governo è a lavoro per nuovo decreto Covid  in cui stilerà un calendario della fine delle restrizioni da qui alla fine dell’estate.

Cosa succederà dal primo aprile? Il  green pass dovrebbe essere eliminato con effetto immediato nelle attività all’aperto   tavoli esterni di bar e ristoranti,  e sport, per le altre attività si dovrebbe passare rapidamente dal super green pass a quello base, come alberghi e mezzi pubblici.

A maggio potrebbero cambiare altre cose.   Ovvero per le attività come bar, ristoranti, cinema, teatri, palestre e piscine e  cancellare tutte le restrizioni rimanenti entro l’estate. Non si sa ancora nulla sulla mascherina al chiuso.