Guerra in Ucraina, un minuto di silenzio chiesto dagli studenti

Guerra in Ucraina, un minuto di silenzio chiesto dagli studenti

Di fronte ai gravi avvenimenti in Ucraina, il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, ha inviato gli studenti  a riflettere insieme ai Docenti e a tutto il personale sull’articolo 11 della Costituzione italiana: “L’Italia ripudia la guerra come strumento di offesa alla libertà degli altri popoli e come mezzo di risoluzione delle controversie internazionali; consente, in condizioni di parità con gli altri Stati, alle limitazioni di sovranità necessarie ad un ordinamento che assicuri la pace e la giustizia fra le Nazioni; promuove e favorisce le organizzazioni internazionali rivolte a tale scopo”.

“La scuola italiana è fondata sulla nostra Costituzione e alla base della nostra Costituzione c’è la pace, che è un valore irrinunciabile”, Quest’oggi alle ore 12,00 vi è stato nelle scuole un minuto di silenzio per le vittime della guerra in Ucraina.

La Consulta degli Studenti sta lavorando per stilare un Documento che ripudia la guerra da condividere con la Comunità territoriale, per tale motivo si invitano le Scuole, gli Studenti, i Docenti a inviarci delle riflessioni su quanto stiamo vivendo entro mercoledì 2 Marzo al seguente indirizzo email: ufficio@educazionefisicakr.it
Sia la Pace il tema della nostra riflessione comune e del nostro ‘essere scuola’ insieme”.