I vescovi calabresi: “La campagna vaccinazione non trascuri gli emarginati, gli ultimi e i poveri”

I vescovi calabresi: “La campagna vaccinazione non trascuri gli emarginati, gli ultimi e i poveri”

Nell’ultima conferenza episcopale calabrese, i vescovi delle diocesi del nostro territorio si sono incontrati in modalità on line per i lavori invernali, in preparazione alla Quaresima. Tra i temi discussi dai prelati anche la sanità calabrese, affermando che la campagna di vaccinazione continui spedita non trascurando gli emarginati, gli ultimi e i poveri del mondo.

Mons. Francesco Savino vescovo di Cassano allo Jonio (in foto) ha manifestato amarezza e sconcerto, condivisi dagli altri arcivescovi, a causa di una politica che dà l’illusione di ascoltare, non attivando concretamente processi di cambiamento a favore della collettività, una politica preoccupata spesso di appagare le esigenze di parte, ignorando i disagi e le sofferenze della povera gente e dei comuni cittadini.

I Vescovi si sono soffermati a riflettere sulle prossime elezioni regionali, all’unisono ritenendo necessario ed urgente far sentire la propria voce, a nome della gente calabra per una politica di valore e di competenza, convinti che la Chiesa non può tacere e stare solo a guardare. A questo proposito si è dato incarico al Presidente Mons. Vincenzo Bertolone di preparare, facendo sintesi dei suggerimenti di tutti i Vescovi, di un Messaggio per la prossima Quaresima, che sia di richiamo per tutti i politici, il mondo imprenditoriale e le istituzioni socio-culturali, affinché si prediliga il bene comune.