Il Castello di Cirò è del Comune

Il Castello di Cirò è del Comune

Continua il percorso di riqualificazione per quella che dovrebbe essere la sede dell'Enoteca Regionale

Con l’atto pubblico di acquisto del Castello Carafa si conclude un’annosa e trentennale vicenda che ha visto protagonista i privati da una parte ed il Comune dall’altra.

Si compie un ulteriore passo in avanti lungo il percorso per la riqualificazione e il recupero di quella che è, nei progetti, la sede della casa dei vini calabresi, l’Enoteca Regionale e della cittadella della Scienza dedicata a Lilio.

Un’opera strategica per la valorizzazione dei marcatori identitari della Città del Vino e del Calendario a beneficio di tutto il territorio.

Durante il consiglio comunale dell’8 novembre scorso, il sindaco Francesco Paletta ha ripercorso per tappe l’iter storico della vicenda legata al maniero, dall’acquisizione al patrimonio comunale alla riqualificazione dell’area circostante, e ha espresso soddisfazione per il risultato ottenuto ricordando che l’edificio storico è destinatario di 2 milioni di euro da parte del MIBACT, in attesa di essere formalizzati attraverso l’apposita convenzione.