Il Crotone torna a giocare in casa: Luppi risponde a Luca Marrone

Il Crotone torna a giocare in casa: Luppi risponde a Luca Marrone

Il Crotone è sceso in campo per ricominciare la sua corsa dopo la sconfitta di Benevento. Mister Stroppa ha gli uomini contati e ha provato dal primo minuto Messias a mezzala con Vido accanto a Simy. Mister Venturato ha schierato il suo Cittadella con la solita difesa a quattro e con D’Urso dietro le punte.

I primi cinque minuti sono di studio, le squadre si osservano senza però affondare, con il Crotone che fa la partita e il Cittadella che pressa alto per chiudere le linee di passaggio.
Al dodicesimo primo squillo in avanti del Crotone con Crociata che ci prova dalla distanza ma la palla finisce alta.
La partita non è bella, demerito del Crotone a cui manca, stranamente, qualità in fase di costruzione. I rossoblu appaiono confusi e senza mordente, c’è poco movimento e la manovra diventa troppo prevedibile.
Al 28esimo Crotone vicino al gol: cross di Golemic, Vido sale in cielo ma il suo colpo di testa si perde di poco a lato.
Al 34esimo Gigliotti inventa per Vido che in area sbaglia il controllo regalando la palla a Paleari.
Al 43esimo grande palla gol per il Crotone con Messias che incrocia di testa ma Paleari si supera con un grande intervento. Cambio di fronte ed è il Cittadella a sfiorare il vantaggio Diaw che da un metro sbaglia clamorosamente l’appoggio in rete.
Il primo tempo finisce così, a porte inviolate e con il Crotone che entra negli spogliatoi a testa bassa.

La ripresa comincia con una novità tra le fila del Crotone: Marrone al posto di Spolli.
Al primo minuto Vido sfiora di nuovo il gol: bello scambio a centrocampo con Simy, l’attaccante rossoblu si presenta in area ma il suo diagonale viene respinto in angolo da Paleari, sul corner successivo Marrone insacca di testa e porta in vantaggio il Crotone.
La partita, finalmente si accende anche perché il Cittadella reagisce subito portandosi avanti e aprendosi alle ripartenze dei rossoblu.
Al decimo altra palla gol per i rossoblu, contropiede perfetto portato avanti da Crociata che lancia Vido, la punta rossoblu entra in area e prova a sorprendere il portiere avversario sul primo palo ma la palla termina fuori di poco.
Al 15esimo Simy si libera in area da tre avversari e prova l’angolino, la palla sfiora il palo.
Passano tre minuti ed è il Cittadella a sfiorare il pareggio, bel cross dalla sinistra su cui Diaw anticipa di un soffio Vita.
Venturato corre ai ripari e fa un doppio cambio, risponde Stroppa con Nalini al posto di Vido.
Il Cittadella adesso preme e conquista due calci d’angolo nel giro di pochi minuti ma senza concretizzare le opportunità.
Al 29esimo il Crotone rimette la testa fuori e Messias conquista una punizione dal limite. Alla battuta si presenta Barberis il cui tiro termina di poco a lato.
Venturato ricorre al suo ultimo cambio con Celar al posto di Diaw.
Passano due minuti e il Crotone ha un’occasionissima per raddoppiare con Mazzotta che rumba palla in area si presenta solo davanti Paleari ma il suo tiro finisce in curva nord.
Terzo cambio anche per Stroppa che inserisce Mustacchio al posto di Mazzotta.
All’80esimo l’evento che può cambiare la partita. Molina allontana la palla e Ayroldi caccia il secondo giallo espellendo il giocatore. Crotone in dieci.
All’83esimo il Cittadella pareggia con Luppi che sfrutta l’assist di Benedetti.
Il signor Ayroldi assegna 5 minuti di recupero.
Il Crotone prova a premere ma in dieci è cosa ardua.
La partita finisce così con il Cittadella che ruba un punto ed il Crotone che perde un’occasione buona per riprendere subito il cammino interrotto a Benevento.
Pesano sul risultato i primi 45 minuti in cui i rossoblu sono stati irriconoscibili.
Un passo falso casalingo che deve aprire una riflessione in casa Crotone visto l’atteggiamento che la squadra ha avuto nell’approccio alla partita. E domenica prossima c’è la difficile trasferta di Pordenone.