Il PD di KR soddisfatto del dato elettorale: «è l’ultima chance»

Il PD di KR soddisfatto del dato elettorale: «è l’ultima chance»

 «Grazie ai mille elettori e anche più di Crotone che fino a ieri sera alle ore 20,00 hanno affollato il PalaMilone per esercitare il diritto al voto. Questa è l’ultima chance del PD, continuiamo con l’unità, la collegialità, la condivisione». La segreteria provinciale di Crotone è soddisfatta dei numeri e della grande partecipazione al Congresso del PD che ha  eletto tramite le primarie il proprio segretario nazionale, Nicola Zingaretti, con un’affluenza attestata sopra i 1,8 milioni di partecipanti.

A Crotone sono stati eletti nella lista Piazza Grande di Zingaretti Simona Mancuso, Sergio Contarino, Antonella Stefanizzi. Mentre Marilina Intrieri è stata eletta nella lista del candidato Maurizio Martina.

Zingaretti, governatore della Regione Lazio, diventa segretario di un partito che al governo si trova all’opposizione. «Adesso noi segreteria provinciale non dobbiamo deludere questo popolo», ha continuato Sergio Contarino. Il dato che emerge è il grande flusso elettorale che si è registrato nel Congresso di ieri, rispetto alle elezioni dello scorso anno, proprio il 4 marzo, dove il PD perse le politiche: «Immagino che questo risultato sia stato raggiunto grazie alla grande forza di Zingaretti. Piazza Grande è una formula vincente – ha affermato Simona Mancuso la gente si è sentita dentro un progetto, il coinvolgimento di più forze e più energie. Siamo cresciuti rispetto allo scorso anno, con la consapevolezza di dover lavorare maggiormente sui territori. Ci abbiamo lavorato tanto con il tour nei circoli nella nostra provincia per dare una motivazione ai tesserati, ai dirigenti, per costruire un partito che veda più a sinistra tramite anche il coinvolgimento di forza esterne».

Il segretario provinciale Gino Murgi, soddisfatto del dato crotonese, ha affermato il PD crotonese deve ripartire dall’unità: «oggi il fatto che ci ritroviamo qui in maniera coesa è una bella testimonianza, quello che abbiamo detto lo trasformeremo in una bellissima realtà, ovvero un partito che vuole camminare unito, che vuole stare insieme, un partito che ha consapevolezza che non possiamo deludere un milione e 800 mila elettorali che si sono recati a votare, che ancora una volta ci hanno dato fiducia, non possiamo deludere questa fiducia e i nostri elettori. Noi abbiamo iniziato la fase congressuale all’insegna di raggiungere un obiettivo fondamentale, che è quello dell’unità. Un partito che vuole ricominciare un altro percorso, perchè la lezione del 4 marzo ci ha segnato tutti. Oggi sembra un arcano, ma oggi ne abbiamo 4. Un anno fa ci leccavamo le ferite per la grande sconfitta, ma ne abbiamo fatto tesoro. Ripartiamo con entusiasmo. E ripartiamo dagli ultimi, dal lavoro, dai disoccupati».