Il programma “Infermiere professionale Made in Germany a costo zero” guarda al futuro

Il programma “Infermiere professionale Made in Germany a costo zero” guarda al futuro

Instancabili e pronti a guardare al futuro, il team del programma “Infermiere professionale Made in Germany a costo zero”. Nei giorni si è concluso con successo il colloquio selettivo, ed ora è tempo di aprirsi a nuovi orizzonti.

«Abbiamo un’altra assistente infermiere – spiegano il direttore generale della clinica Ev Stiftung Tannenhof, Dietmar Volk e la dipendente in amministrazione clinica nonché responsabile del programma in Italia, dott.ssa Maria Papaianni – che ha superato l’esame di Stato ad agosto.

Si tratta di un’altra giovane, Francesca Ceraudo di Strongoli Marina. Ci stiamo confrontando con il territorio calabrese e siamo stati invitati anche dal presidente del coordinamento Regionale degli ordini delle professioni infermieristiche della regione Calabria, Giuseppe Diano per lavorare su come poter aumentare questa offerta formativa. Inoltre abbiamo avuto molti incontri costruttivi all’interno del sistema sanitario regionale».

Un progetto insomma che continua a crescere e che adesso è una realtà concreta che si rivolge ai giovani calabresi: «Regaliamo – continuano – una prospettiva che mira alla sicurezza lavorativa. Non cerchiamo gente già qualificata, ma gente che vuole raggiungere un obiettivo nella vita. Formiamo i giovani rendendoli già indipendenti dai genitori (avranno retribuzione mensile che aumenta in base all’esperienza maturata) e, dopo aver superato l’esame di Stato, diventando professionisti della sanità Europea, gli verrà offerto il contratto di lavoro a tempo indeterminato».