In Calabria le “opere d’arte” avranno una loro carta d’identità

In Calabria le “opere d’arte” avranno una loro carta d’identità

Cosenza – L’arteria principale della parte nuova di Cosenza, l’isola pedonale di Corso Mazzini, ospita il Museo all’Aperto Bilotti (MAB), una vera e propria galleria d’arte a cielo aperto. Allestito nel 2006 e arricchito negli anni successivi, il MAB nasce grazie alle donazioni dei mecenati Enzo e Carlo Bilotti e ospita 24 opere di artisti importanti come Giorgio De Chirico, Modigliani, Mimmo Rotella, Dalì, Manzù, Sacha Sosno, Emilio Greco e molti altri. Un’esposizione unica nel suo genere nel Sud Italia che diviene anche opportunità educativa grazie alla cartellonistica appena collocata di fianco ad ogni monumento.

Da oggi –  come riportato dall’Associazione Culturale Mistery Hunters –  le opere avranno una loro “carta d’identità”: tramite un QR code applicato su una targa si potrà accedere facilmente, con il proprio telefonino, ad una pagina internet dedicata, dove si potranno trovare tutte le informazioni utili inerenti ad ogni monumento (nome e descrizione, anno e significato di contesto, storia dell’autore, riferimenti per approfondimenti), per una “passeggiata consapevole” sul “Salotto Buono” della città”.

Il sito che raccoglie tutto il materiale informativo è stato creato dalla “Fondazione Attilio e Elena Giuliani”, inserito nell’ampio progetto “Villa Rendano – La Città al Centro”.

Rendere la cultura e l’arte fruibile per tutti è uno dei principi più importanti di uno stato democratico.

Foto Gallery