Incontro di Confindustria Crotone con i parlamentari del territorio: sviluppo e crescita

Incontro di Confindustria Crotone con i parlamentari del territorio: sviluppo e crescita

Proseguono gli incontri di Confindustria Crotone con gli interlocutori istituzionali del territorio.

Si è tenuto presso la sede della Cai Service Group, nell’area industriale della città, il Direttivo a cui hanno partecipato gli onorevoli Elisabetta Barbuto e Sergio Torromino.

“Con i Parlamentari del territorio abbiamo affrontato le questioni per noi prioritarie per lo sviluppo e la crescita: aree industriali efficienti ed attrattive, attraverso la piena operatività della ZES, ed infrastrutture moderne e interconnesse. Sulla ZES ci aspettiamo che il Governo finalmente sblocchi la nomina del Commissario indicato, Federico D’Andrea, e soprattutto che la Regione individui lo strumento adatto al superamento del Corap, oggi in liquidazione. E’ compito anche del Governo sbloccare, dopo anni di attesa, la nomina del Commissario per il danno ambientale. Infine crediamo sia necessaria un’iniziativa importante per supportare la PPAA nella partecipazione, progettazione, esecuzione e rendicontazione delle risorse del PNRR”, così Mario Spanò ha sintetizzato i temi trattati durante l’incontro.

L’onorevole Torromino ha espresso piena condivisione sulle criticità sollevate ed ha rimarcato l’impegno costante sui temi indicati, soprattutto sullo sblocco della nomina del Commissari per la Zes e per il danno ambientale.

“E’ necessario affrontare le criticità dell’area industriale, soprattutto quelle più strettamente operative come i disservizi nella fornitura di acqua e l’abbandono di rifiuti, attraverso tavoli operativi con gli enti locali interessati. Il nostro impegno sarà massimo per supportare, per quanto di nostra competenza, il lavoro degli enti competenti”.

L’On. Barbuto si è soffermata sulle interlocuzioni in corso sul sistema infrastrutturale del territorio. “Prosegue il confronto con il Commissario Pagone di RFI sui lavori della linea ferrata jonica nel crotonese. A breve attendiamo l’esito dello studio di fattibilità della bretella verso l’Aeroporto di Crotone. Dalla Regione ho avuto notizia che è in corso la procedura per la convocazione della conferenza di servizi per il bando sugli oneri di servizio. Sulla SS 106, a breve in Commissione parlamentare avremo modo di valutare la proposta dell’Allegato al DEF, sul quale aspettiamo stanziamenti importanti. Come Commissione parlamentare a maggio saremo in visita nel porto di Crotone, insieme al Presidente Agostinelli, per un confronto operativo sullo sviluppo dell’infrastruttura.”

Sui temi trattati sono intervenuti il Vice Presidente Alessandro Brutto, il Presidente PI Alessandro Cuomo ed il Past President Vincenzo Saggese.

Al termine il Presidente Spanò ha ringraziato gli onorevoli Barbuto e Torromino, dando appuntamento a successivi tavoli operativi per gli approfondimenti necessari, ed ha anticipato la organizzazione nel mese di maggio di un evento di Unindustria Calabria sul sistema infrastrutturale alla presenza del Presidente Occhiuto.

“Per superare i divari che da decenni ci costringono ad essere una vera e propria anomalia nello scenario europeo, dobbiamo avere una vera ed ambiziosa visione strategica dello sviluppo delle infrastrutture in Calabria. La Calabria Jonica così come quella tirrenica, il corridoio europeo e la statale 106, l’Alta Velocita e la linea ferroviaria Jonica, le trasversali di collegamento tra i due versanti, il sistema portuale e quello aeroportuale. Strade e ferrovie devono consentire collegamenti efficienti e sostenibili con i nodi portuali ed aeroportuali, per favorire una mobilità sicura di persone e merci. Su questi temi a maggio a Crotone discuteremo”, ha concluso il Presidente Spanò.