Incontro in Provincia: «Crotone ha pieno diritto ad avere il reparto di emodinamica»

Incontro in Provincia: «Crotone ha pieno diritto ad avere il reparto di emodinamica»

Crotone – Se ne è parlato durante l’amministrazione Ugo Pugliese alla guida della Provincia di Crotone, con punto all’ordine del giorno presentato dal Consigliere Renato Carcea. Oggi del reparto di emodinamica se ne è tornato a parlare presso l’ente intermedio con il presidente del consiglio regionale Filippo Mancuso e oggi pomeriggio con  il Presidente della  Terza Commissione Regionale  Michele Comito.

 Accolto dal presidente della Provincia Sergio Ferrari e dal Commissario Asp Domenico Sperlì. Presenti diversi consiglieri provinciali, molti sindaci e rappresentanze sindacali. «Tutti noi attori istituzionali abbiamo il compito ed il dovere di sensibilizzare  – ha detto il presidente Ferrari  – perchè  l’offerta sanitaria nel nostro territorio deve essere migliorata, e non mi riferisco alla sola offerta ospedaliera, ma anche e soprattutto alla medicina territoriale e di prossimità. Così come la notizia della riapertura dell’Ospedale di Cariati, anche se non è nella nostra provincia, significa servizi per la fascia jonica».

«Sono stati fatti dei passi, l’Asp condivide questa necessità e abbiamo preso in esame la situazione perchè riteniamo la popolazione di questo territorio abbia il diritto di accedere ad un servizio nei tempi standard per pazienti affetti da sindrome coronarica acuta» sono invece le parole del Commissario dell’Asp Domenico Sperli.

Bisogna, dunque, coinvolgere gli enti preposti affinchè il reparto di Emodinamica sia presente nel territorio crotonese: «Questa è una sfida importante per lottare contro le patologie tempo dipendenti – ha concluso il Consigliere regionale Michele Comito prima agiamo con la terapia interventistica  e più salviamo vite umane. Io sono convinto che a Crotone l’emodinamica si farà perchè ne ha diritto di averla, perchè copre un bacino di utenza ampio».

Da sinistra Domenico Sperlì, Sergio Ferrari, Michele Comito.