Isola di Capo Rizzuto, avviati i lavorati del progetto “Uniti si cresce”

Isola di Capo Rizzuto, avviati i lavorati del progetto “Uniti si cresce”

Isola di Capo Rizzuto (KR) – Ripartite a pieno regime le attività del progetto “Uniti si cresce”: avviati i laboratori per diverse discipline, corsi di formazione e sportello d’ascolto

Il progetto, realizzato da Associazione Italiana Dislessia e selezionato dall’impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha l’obiettivo di supportare i minori a rischio di situazioni di vulnerabilità economica, sociale e culturale nel comune di Isola di Capo Rizzuto.

Dopo la parentesi estiva, contraddistinta dai campi estivi a cui hanno aderito numerosi ragazzi, il progetto entra nuovamente nel vivo delle sue attività grazie alla ripartenza dei numerosi laboratori e
dei corsi di formazione per i docenti. Sono riprese a pieno ritmo le attività del progetto “Uniti si cresce”, attraverso le quali l’Associazione Italiana Dislessia continua la sua azione educativa, offrendo opportunità e risorse a beneficio degli studenti. Sono infatti già stati avviati diversi laboratori che vedranno impegnati psicologhe, pedagogiste e tutor dell’apprendimento e che
coinvolgeranno gli studenti dell’istituto comprensivo “Karol Wojtyla” e delle scuole paritarie parrocchiali “Formare educando” di Isola Capo Rizzuto, entrambi partner del progetto.
Più nello specifico, tra i laboratori già attivi e quelli di imminente ripresa, figurano il laboratorio didattico dell’apprendimento, il laboratorio metafonologico, il laboratorio delle emozioni, ed il laboratorio di matematica. Contestualmente, sono ripresi i anche corsi di formazione per i docenti delle scuole partner, con i seminari curati da formatori tra i più autorevoli nel panorama italiano in ambito pedagogico. Già attivo, inoltre, presso le scuole partner del progetto, uno sportello d’ascolto per offrire sostegno e supporto agli studenti e alle loro rispettive famiglie. Le modalità attraverso le quali poter beneficiare di tale servizio, saranno indicate a breve sul sito internet della sezione AID di Crotone.

“Dopo circa due anni dall’avvio del progetto “Uniti si cresce” – ha detto il presidente AID di Crotone, Fabrizio Marescalco – continuiamo con sempre maggiore entusiasmo la nostra azione educativa a vantaggio degli studenti, offrendo loro preziose opportunità e risorse. Grazie alle attività e alle iniziative promosse nell’ambito del progetto e grazie al supporto di figure esperte dell’AID, gli studenti stanno potendo consolidare un nuovo approccio con la didattica traendo giovamento per il loro percorso di crescita formativa”.

Anche il sindaco di Isola Capo Rizzuto, Maria grazia Vittimberga, da sempre molto vicino alle iniziative promosse dall’AID, ha voluto esprimere parole di apprezzamento e ringraziamento nei confronti
dell’associazione. “Questo grandioso progetto – ha osservato il sindaco – ha dato il via alla realizzazione di altre importanti iniziative, sempre a favore delle fasce più deboli. Tutto ciò è reso possibile dalla proficua sinergia instaurata tra l’amministrazione comunale e la comunità educante”. “Ringrazio l’Associazione Italiana Dislessia e l’impresa sociale “Con i Bambini” – ha proseguito Maria Grazia Vittimberga – per aver promosso sul nostro territorio un progetto di tale portata e per aver concesso preziose opportunità ai nostri studenti”.

Il progetto “Uniti si cresce”, realizzato dall’Associazione Italiana Dislessia e selezionato dall’impresa sociale “Con i bambini” nell’ambito del fondo per il contrasto della povertà educativa minorile, ha l’obiettivo di supportare i minori a rischio di situazioni di vulnerabilità economico, sociale e culturale nel comune di Isola di Capo Rizzuto. Il progetto mira al contrasto della povertà educativa minorile, coinvolgendo circa 600 minori di Isola Capo Rizzuto in molteplici attività e laboratori. Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà̀ educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016 è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD.