Isola di Capo Rizzuto, Forza Italia: «La maggioranza con il suo modo di agire mostra i propri limiti»

Isola di Capo Rizzuto, Forza Italia: «La maggioranza con il suo modo di agire mostra i propri limiti»

Isola di Capo Rizzuto (Kr) riceviamo e pubblichiamo da Forza Italia di Isola Capo Rizzuto – Pian piano che si esce dal cono d’ombra delle giustificazioni maturate a seguito l’epidemiologia da Covid 19, l’attuale maggioranza di governo cittadino e il suo modo di agire mostra i propri limiti. Molte le questioni che attanagliano la vita dei cittadini di Isola sono lasciate alla improvvisazione e ad una gestione delegata della cosa pubblica. Appena si alza il livello del confronto politico, che volutamente nel rispetto dei tempi che viviamo chi scrive ha voluto tenerlo solo in Consiglio Comunale, la maggioranza reagisce in modo scomposto ed inopportuno. Due questioni ci spingono alle dovute precisazioni. La prima riguarda la inopportuna replica ad un suggerimento costruttivo della consigliera Luigina Vallone in quota Forza Italia, che mesi orsono presentava una nota affinché venisse istituita all’interno dell’Ente la figura del garante per la disabilità. Trascorsi diversi mesi la consigliera di Forza Italia con una propria nota faceva rilevare il disinteresse per la materia da parte dell’attuale maggioranza.

Ebbene su temi e argomenti così sensibili, la maggioranza, invece di tendere la mano e procedere in senso costruttivo, ha scelto la strada dello scontro su una questione completamente diversa rispetto a quella sollevata dalla Vallone. Stupore ha destato anche la presa di posizione della maggioranza nel corso dell’ultimo consiglio comunale sul finanziamento ottenuto dall’Ente e meglio conosciuto come “ingegnerizzazione idrica” in ragione di ché l’Ente ha ricevuto un finanziamento di € 1.137.118,31 anziché un importo maggiore ( per la cronaca € 1.561.191,00). Cosa che è sfuggita agli interlocutori della maggioranza, che invece avrebbero dovuto sapere, che la Regione Calabria all’epoca dei fatti, inviava una comunicazione ai Comuni, nella quale chiedeva il nulla osta ad avviare i lavori di ingegnerizzazione rete idriche (mappatura, ricerca perdite, monitoraggio e la realizzazione di nuovi tratti di rete, sostituzione di valvole, saracinesche ecc.). L’amministrazione Bruno oltre a dare il nulla osta, presentava anche dei progetti, non vincolanti all’espletamento dei lavori.

L’iter sebbene avviato dall’amministrazione regionale Oliverio, con le dovute ripartizioni per comuni, veniva accantonato nei cassetti regionali fino all’ insediamento dell’amministrazione Santelli. A questo punto è comprensibile la mancata conoscenza di alcuni dei passaggi consumati in passato, ma la saccenteria è ingiustificabile. A Forza Italia e all’attuale amministrazione regionale va il merito di aver sbloccato un iter senza poter interferire sulla ripartizione.

Il circolo di Forza Italia di Isola di Capo Rizzuto, ancora una volta ha dimostrato capacità e altruismo e superare ogni contrapposizioni politica quando in giuoco ci sono interessi da tutelare e da proteggere per il proprio paese facendosi parte attiva affinché la richiesta completasse il proprio iter.
Il fatto che siano giunti al nostro Comune solo € 1.137.118,31 anziché un importo maggiore, non è addebitabile ai componenti di F.I. ma alla circostanza che al Comune di Isola se ne sono aggiunti altri per cui le risorse sono state frazionate. Dovrebbero sapere gli attuale amministratori che la ripartizione dei fondi è il risultato di una precisa scelta politica dell’amministrazione Oliverio che intese inserire anche Comuni vicini politicamente.

Non si pretendeva la gratitudine dall’attuale amministrazione locale, ma almeno la conoscenza dei fatti è dovuta e pretesa invece di lanciare strali ingiustificati. Proprio grazie a queste risorse e a molte altre ereditate dall’amministrazione Bruno, chi guida oggi il nostro paese può farsene un vanto e avrebbe dovuto, se ne avesse avuto le capacità trasformare Isola in un cantiere, visto gli innumerevoli progetti già finanziati. Di nuovo dell’attuale amministrazione non c’è nulla se non proclami e una confusione istituzionale senza precedenti, soprattutto quando le interlocuzioni con altre istituzioni sono presedute da soggetti senza alcuna delega ma forti solo di legami parentali con gli attuali amministratori. Speriamo che le cose cambino e abbastanza in fretta prima che sia troppo tardi.

FORZA ITALIA Isola di capo Rizzuto