Isola di Capo Rizzuto, Guarino (ARCES Viadana): «Non vanifichiamo gli sforzi, rispettiamo le disposizioni»

Isola di Capo Rizzuto, Guarino (ARCES Viadana): «Non vanifichiamo gli sforzi, rispettiamo le disposizioni»

Riceviamo e pubblichiamo – Preoccupazione anche per il territorio Crotonese per l’aumento di casi Covid. Il Presidente Giuseppe Guarino e i volontari di origine calabrese, che hanno i propri familiari nella Provincia Crotonese in particolare a Isola di Capo Rizzuto, sono preoccupati per l’aumento esponenziale di casi di positività al Coronavirus, invitando dal nord i propri concittadini di origine a non vanificare tutti gli sforzi e a rispettare tutte le disposizioni emanate dal Comune fatte fino adesso, riconoscendo che è dura per tutti, ma nella salvaguardia della salute, seppur in una Calabria zona rossa perché malata di sanità, come ultimamente denunciato dalla cronaca.

Ricordiamo che nella prima fase Isola è stato un modello per tutta la Calabria con tutti a casa, poi il Sindaco Dott.ssa Maria Grazia Vittimberga di Isola Capo Rizzuto, un imprenditore e i volontari del Coc furono molto vicini a Viadana mandando al Comune di Viadana 2000 mascherine, nel momento di bisogno. Da parte di Arces pur se lontani se i nostri concittadini di origine avranno bisogno saremo li pronti ad aiutarli e a ricambiare e non dimenticando quanto fatto da loro, nei momenti di nostra necessità per i viadanesi.

Arces Viadana – Giuseppe Guarino