Isola di Capo Rizzuto, il Ceramidà tornerà ad ospitare la cultura

Isola di Capo Rizzuto, il Ceramidà tornerà ad ospitare la cultura

Isola di Capo Rizzuto (KR) – Una nuova prospettiva per il centro culturale “Ceramidà” di Isola di Capo Rizzuto. Nella giornata di lunedì l’Amministrazione Comunale ha comunicato l’avvio dei lavori a seguito dell’approvazione definitiva degli interventi per un importo di 94.884,61 euro. Un lavoro atteso da anni e che nel giro di poco tempo dovrebbe consegnare nelle mani della comunità un bene fondamentale per il nostro territorio. Una notizia positiva per una delle realtà del territorio, la Compagnia Teatrale “Il Sorriso” che in questi giorni ha ripreso la sua promozione culturale attraverso gli spettacoli in corso di svolgimento nel “Premio Isola”, per l’occasione svolti presso la Sala Rosmini del Santuario di Capo Rizzuto. Ad esprimere soddisfazione è lo stesso presidente della Compagnia Teatrale “Il Sorriso”, l’Avv. Franco Sacco.

«Finalmente si mette mano all’unica sala pubblica del territorio isolitano – ha commentato il Presidente -, siamo anche in contatto con l’attuale Amministrazione Comunale che sembra propensa, una volta ripristinata la struttura, a permetterci di riutilizzarla attraverso la stipula di un contratto che ci dovrebbe permettere di mantenere “viva” questa struttura. La nostra volontà è quella di poter permettere l’utilizzo del “Ceramidà” in modo, speriamo, gratuito alla collettività».

La stessa, a seguito del maltempo degli anni scorsi aveva subito ingenti danni, infiltrazione d’acqua, e soprattutto la caduta di parti del tetto causando inconvenienti proprio alla Compagnia Teatrale che, di conseguenza, ha dovuto spostare le sue attività un un’altro immobile, appunto la Sala Rosmini di Capo Rizzuto, una struttura importante ma comunque situata nella frazione a mare e dunque difficile da raggiungere per tutti i cittadini rispetto al “Ceramidà”.

«Si poteva comunque intervenire in precedenza in modo da sistemare le perdite d’acqua del tetto – ha sottolineato Franco Sacco -, invece adesso, con il passare del tempo, la struttura ha fatto registrare danni più importanti. Si sta ora procedendo con il rifacimento del tetto, si sta operando con la sostituzione del cartongiesso utilizzato in passato che oggi risulta crollato. Per una mera fortuna l’acqua non ha causato danni alla struttura portante che avrebbe anche potuto portare alla caduta del tetto vero e proprio».

Una serie di lavori, quelli condotti in questi giorni, che rappresentano un segnale di speranza per una pronta ripresa nel nuovo anno. «Noi se potremo agire in questa struttura siamo disposti ad arredarlo, proveremo a mettere le luci e rifare l’impianto audio. La nostra collaborazione è massima, la speranza è di potere collaborare con l’attuale Amministrazione Comunale per il bene comune e per riuscire sia noi come Compagnia Teatrale, sia i cittadini e di conseguenza lo stesso Comune avere un immobile nuovamente funzionale per le necessità culturali e le attività teatrali. Ovviamente si spera che i lavori vengano finalmente condotti nel migliore dei modi così da evitare, in caso di nuove piogge abbondanti, altri danneggiamenti che potrebbero inficiarne nuovamente l’utilizzo».