Isola di Capo Rizzuto (KR), arrivati 359 migranti al centro di accoglienza

Isola di Capo Rizzuto (KR), arrivati 359 migranti al centro di accoglienza

Isola di Capo Rizzuto (KR)  (Foto di archivio) – Nel corso degli ultimi giorni, in concomitanza con lo svolgimento delle Festività mariane nel capoluogo, si sono verificati 5 sbarchi per un totale di 359 migranti giunti sul territorio della provincia, fra cui circa 55 minori stranieri non accompagnati, in gran parte di nazionalità afgana e iraniana, i quali, dopo le prime operazioni di accoglienza, sono stati trasferiti presso il Centro di Isola di Capo Rizzuto, dove trascorreranno il periodo di isolamento fiduciario.

In particolare, 4 imbarcazioni sono stati intercettate dalla Guardia Finanza e condotte presso il Porto di Crotone, mentre l’ultima imbarcazione è giunta spontaneamente a Capo Colonna nel corso della nottata fra il 14 e il 15 maggio. Le imbarcazioni erano partite 5 giorni prima dalla Turchia. Si tratta del quindicesimo sbarco per un totale complessivo di 1200 migranti giunti sulle coste crotonesi dal gennaio del 2022.

Negli stessi giorni presso il Centro Sant’Anna sono stati trasferiti inoltre per lo svolgimento del prescritto periodo di sorveglianza sanitaria n. 157 migranti provenienti da sbarchi verificatisi a Lampedusa e Roccella Jonica.

La macchina organizzativa, coordinata dalla Prefettura, con il prezioso contributo della Polizia di Stato e della Guardia di Finanza, ha consentito di gestire in maniera efficace tutte le operazioni, nonostante il concomitante impegno nei servizi di ordine pubblico relativi alla Festa della Madonna di Capo Colonna.

L’intervento dell’Azienda Sanitaria Provinciale e della Croce Rossa Italiana, in qualità di Ente gestore del Centro di accoglienza, ha garantito inoltre l’immediata predisposizione di un’adeguata assistenza sanitaria ed accoglienza ai migranti giunti sul territorio.

Le operazioni di identificazione e fotosegnalamento svolte dalla Polizia di Stato, l’accoglienza dei migranti e la gestione dell’ordine pubblico – al quale concorre presso il Centro Sant’Anna anche l’Esercito Italiano nell’ambito dell’Operazione Strade Sicure – hanno visto impegnati sanitari, forze dell’ordine e operatori della Croce Rossa sino alle prime ore del mattino di domenica 15 maggio.