Isola di Capo Rizzuto, richiesta di tutela del diritto allo studio dei ragazzi

Isola di Capo Rizzuto, richiesta di tutela del diritto allo studio dei ragazzi

Riceviamo e pubblichiamo – Isola di Capo Rizzuto (KR) – Cari cittadini ancora una volta siamo costretti ad intervenire su alcune inadempienze che si consumano all’interno del palazzo comunale a discapito della scuola.  Lo scorso anno a pochissimi giorni dall’inizio dell’anno scolastico abbiamo segnalato lo stato in cui versava  il plesso Suggesaro della scuola materna. Due anni di amministrazione e le cose si ripetono. Sono da condannare senza se e senza ma le azioni  di ragazzi irriducibili per i danni all’interno delle scuole, ma è da sanzionare politicamente l’inefficienza di questa  amministrazione che continua a dare esempi di inadeguatezza rispetto alle problematiche che vive Isola di Capo Rizzuto.

Risulta che la questione degli infissi malfunzionante, ragione per cui ragazzi si introducono nelle scuola devastandola, sia stata segnalata dal dirigente scolastico da  almeno 24 mesi. I nostri amministratori forse impegnati  più nella propaganda, dove  nascondono la propria incapacità a farsi trovare pronti per la riapertura delle scuole, hanno fatto orecchie da mercante. Non è l’episodio in se e per se considerato, ma un insieme di fatti e testimonianze che ci danno la misura della trascuratezza e della mancanza di programmazione in questo settore così nevralgico, soprattutto oggi che si ritorna dopo un lungo periodo alla frequenza in aula. Abbiamo sorvolato sulla circostanza che, la scorsa settimana, un dirigente scolastico abbia fatto appello alle famiglie degli alunni per provvedere alla tinteggiatura delle pareti interne delle scuole visto l’ammaloramento  e lo stato in cui versavano. Prendiamo atto dell’esecuzione di alcuni lavori nelle scuole, ma sta di fatto che alcune aule, soprattutto della materna, stamane  risultavano ancora in corso di manutenzione (vedi pareti di cartongesso ancora allo stato grezzo) ed altre danneggiate da raid di ragazzi a cui non si è posto rimedio viste le segnalazioni effettuate dai dirigenti.

Le cose non cambiano fuori dalle scuole dove continua a farla da padrone l’inefficienza e il disinteresse pubblico e privato,  sintomatico  della totale noncuranza dei preposti politici e burocratici per il decoro e l’igiene pubblica, che si presentano  all’apertura dell’anno scolastico con cumuli di rifiuti e quant’altro di inenarrabile.  Chi ha assunto responsabilità  politica e amministrativa  invece di gongolare per le strade delle località turistiche,  avrebbero fatto bene ad attivarsi con gli uffici preposti e programmare un rientro nelle scuole senza strascichi e senza appunti da parte dei utenti degli istituti pubblici. 

Quando le tematiche già sollevate in passato si ripresentano puntualmente, sono  indici di mancanza d’attenzione degli  organi amministrativi. Isola di Capo Rizzuto senz’altro in questo momento particolare meritava attenzione diversa e non improntata al pressapochismo. Ora l’appello che rivolgiamo al Sindaco Vittimberga, vista l’esperienza disastrosa di questi anni di amministrazione, è di porvi rimedio adottando scelte e decisioni che per quanto possano sembrare politicamente spiacevoli e poco gradite a qualcuno, senz’altro saranno un bene per il paese che ha necessita di correre e di non subire ulteriori fermi e regressioni.

Gruppi Consiliari                           

Forza Italia    Isola che Vorrei – Siamo Futuro