La black story di Veronica Pivetti domani al Teatro Apollo

La black story di Veronica Pivetti domani al Teatro Apollo

“CROTONE…VOGLIA DI TEATRO 2022” , “STANNO SPARANDO SULLA NOSTRA CANZONE”,  LA BLACK STORY DI VERONICA PIVETTI ,IL DEBUTTO DELLA RASSEGNA

TEATRO APOLLO-CROTONE
dal 19 febbraio 2021 al 26 aprile 2022

Esordirà ufficialmente, sabato 19 febbraio, alle ore 20.30, sul palco del Teatro Apollo, la Rassegna “Crotone…Voglia di Teatro 2022” con la divertente black story musicale “Stanno sparando sulla nostra canzone” protagonista l’intensa Veronica Pivetti.
“Stanno sparando sulla nostra canzone” scritto da Giovanna Gra e diretto da Gra&Mramor, protagonista di questa Black Story, una sensuale e spiritosa Veronica Pivetti, in arte Jenny Talento, fioraia di facciata ma, in realtà, venditrice d’oppio by night, che finisce col cedere alle avances di un fallito e truffaldino giocatore di poker, Nino Miseria. Rapita dalla passione, Jenny si lascerà trascinare in un mondo perduto fatto di malavita, sesso, amore e gelosia. Siamo in America nei mitici anni venti, anni d’oro e ruggenti. I baci e gli abbracci non sono più un pericolo, l’epidemia di spagnola è un lontano ricordo. In ogni pentola, o quasi, frigge un pollo. Gli scampati corteggiano le sopravvissute. Siamo in pieno proibizionismo, la malavita prospera e con essa un folto sottobosco di spregiudicati. Questa l’atmosfera dello show supportato da una trascinante colonna sonora che va da David Bowie a Gianna Nannini, da Tina Turner a Tiziano Ferro, da Gloria Gaynor a Renato Zero, passando per Cher, Achille Lauro, l’intramontabile Raffaella Carrà e il sempre attuale Elton John.

Organizzato dalla GF ENTERTAINMENT e Finanziato dalla Regione Calabria, nell’ambito degli interventi di “Distribuzione Teatrale”, vede, inoltre, il Patrocinio dell’Amministrazione comunale di Crotone.

Sul palco del Teatro Apollo saranno 8 gli appuntamenti all’insegna della grande drammaturgia senza dimenticare, però, il divertimento e il puro spettacolo. Prosa, dai grandi classici agli autori contemporanei e poi, commedie e una sezione OFF con 5 appuntamenti(al Teatro Sala Raimondi e al Teatro della Maruca) dedicato ai talenti e ai grandi artisti del nostro territorio, questi gli ingredienti del cartellone ideato da Gianluigi Fabiano.

In piena sicurezza si apre il sipario della prima edizione della Rassegna “Crotone- Voglia di Teatro 2022”. Un cartellone completamente Covid Safety-First, che risponde alle esigenze e alle norme vigenti. L’accesso alle sale sarà consentito esclusivamente ai soggetti muniti di Super green pass. Durante la permanenza in Teatro e per tutta la durata dello spettacolo sarà necessario indossare correttamente, su naso e bocca, la mascherina FFP2. Gli spazi sono sanificati utilizzando prodotti compatibili a quanto richiesto dall’Istituto Superiore di Sanità e comunque considerati Presidi igienico sanitari Protocolli che permetteranno, dunque, di tornare a vivere il grande teatro, la socialità e la musica live. 

I prossimi appuntamenti della Rassegna:

  • Giovedì 3 marzo, il virtuosismo di Max Mazzotta con il suo monologo “Vite di Ginius”

  • Venerdì 11 marzo, la comicità partenopea di Marisa Laurito in “Persone naturali e strafottenti”

  • Venerdì 18 marzo, l’istrionico Leo Gullotta in “Bartleby lo scrivano”

  • Mercoledì 23 marzo, il classico “I tre moschettieri” della compagnia Aller-Retur Parigia.

  • Domenica 27 marzo, Biagio Izzo nello spettacolo campione di incassi “Tartassati dalle tasse”

  • Venerdì 8 aprile, il grande Beppe Barra in “Non c’è niente da ridere”

  • Martedì 26 aprile, “Follia di Shakespeare- Romeo e GiuliettaVSMacbeth” Regia di Max Mazzotta con Stella Egitto e Lorenzo Richelmy.

Per la Sezione OFF:

TEATRO SALA RAIMONDI

  • 3 Aprile 2022. – Francesco Pupa in “Al posto sbagliato”

TEATRO DELLA MARUCA

  • 13 febbraio 2022. – Angelo Gallo in “Storie di pezza”

  • 27 febbraio 2022. –Alessandro Castriota Skanderberg “Ars Longa Vita Brevis”

  • 6 marzo 2022. – Carlo Gallo in “Bollari –Memorie dallo Jonio”

  • 10 aprile 2022. – Angelo Gallo in “Pinocchio”



Articoli Correlati: