La pandemia frena i matrimoni, meno nozze in Italia

La pandemia frena i matrimoni, meno nozze in Italia

La pandemia ha influito su tutti gli aspetti della vita sociale e anche sui matrimoni. Molti hanno addirittura rinunciato alle nozze causando una crisi del settore non indifferente. I matrimoni celebrati in Italia sono stati 96.841, il 47,4% in meno rispetto al 2019.

In calo soprattutto le nozze con rito religioso e i primi matrimoni. Per i primi nove mesi del 2021 i dati provvisori divulgati dall’Istat, indicano, rispetto allo stesso periodo del 2020, un raddoppio dei matrimoni, ma la ripresa non è sufficiente a recuperare quanto perso nell’anno precedente.

Diminuiscono anche le unioni civili tra partner dello stesso sesso (-33,0%), le separazioni (-18,0%) e i divorzi (-21,9%). A livello territoriale, il calo è molto più pronunciato nel Mezzogiorno (-54,9%) rispetto al Centro (-46,1%) e, soprattutto, al Nord (-40,6%).

La diversa intensità nella diminuzione dei matrimoni è riconducibile anche alle diverse tipologie di celebrazioni e festeggiamenti e al livello di partecipazione che in genere contraddistinguono le tradizioni del nostro Paese. In base ai dati dell’Indagine “Famiglie, soggetti social