La Poseidon Crotone battuta in casa: ora testa alla prossima partita

La Poseidon Crotone battuta in casa: ora testa alla prossima partita

 Il big match andato in scena al Palakro ha visto il dominio incontrastato della capolista imbattuta Baronissi che si afferma con un netto 3/0 che ne consolida il primato e rimanda ad altre incontri la risalita in classifica per la Poseidon Crotone che veniva da 2 vittorie consecutive.

Il tecnico Asteriti in settimana ha dovuto trovare soluzioni alternative viste la condizione fisica del centrale Kus non delle migliori e conseguentemente preferita tenere a riposo precauzionalmente, e all’assenza per l’intera settimana del libero Derose sostituito in gara da Vasapollo. Nonostante tutto tra le due squadre sembrava esserci equilibrio soprattutto nelle fasi iniziali dei set. Dall’altra parte uno squadrone costruito per la promozione diretta dettava subito la marcia giusta e con break alla squadra locale che poteva contare solo su alcuni punti dei centrali, soprattutto da parte di Greco che finiva con 10 punti realizzati, negli scambi in cui la ricezione era eccellente.

Chiuso il 1° set 25/14 al cambio campo il Crotone cambia rotazione ma il Baronissi di Mister Castillo resta concentrato sul pezzo, evitando qualsiasi rischio, sapendo che le trasferte possono sempre rivelarsi insidiose e continua con il suo gioco. Il Crotone parte bene 6/2 poi in una rotazione subisce un break interminabile, 10 punti, grazie alle battute e ad ottima fase di difesa che annulla le giocate del Crotone, che riesce a tornare a far punti sul 16/6 troppo tardi per impensierire le ospiti che raddoppiano con un altro 25/14.

Sulla situazione di doppio vantaggio della formazione campana, il Crotone ci prova con l’orgoglio, Capponi, Cosentino e Cesario provano a cambiare il gioco e le tecniche di attacco ma non sorprendono la formazione ospite. Il 3/0 sembra il risultato logico, l’orgoglio del Crotone, davanti al proprio pubblico sempre caloroso, permette grazie ad alcune soluzioni di attacco ad arrivare a 16 punti ma nulla si può fare oltre per cui la capolista continua il viaggio verso la B1.

Per le Sirene restano gli applausi del pubblico, che dovrà sostenere nelle prossime gare, che mai come questa volta devono aprire un nuovo corso e riprendere il filo delle vittorie. La prima occasione sarà la partita di recupero di martedì 22/2/22 contro la Battipagliese ore 19 al Palakro. «Archiviamo questa sfida – ha detto il tecnico Pietro Asteriti –  in cui abbiamo provato ma la differenza è troppo netta, da oggi pensiamo al nostro campionato dove non possiamo più sbagliare se vogliamo dare concretezza al lavoro svolto fino ad oggi che ci ha fatto risalire in classifica accorciandola in modo sostanziale».

Appuntamento a sabato prossimo in casa del Pontecagnano, squadra quarta in classifica: alle crotonesi serviranno punti per uscire dalla zona rossa di campionato. Le rivali, invece, sono reduci da una vittoria.