La Rari Nantes Crotone pareggia nella prima di campionato di Serie B

La Rari Nantes Crotone pareggia nella prima di campionato di Serie B

Prima giornata – La Rari Nantes “L.Auditore” Crotone allenata dal tecnico Francesco Arcuri conquista il primo punto nel Campionato Nazionale di Serie B nella trasferta in terra siciliana contro l’A.S.D. Ossidiana Messina.

Partita complicata, dura, sofferta e di sacrificio doveva essere e così è stata. Un punto a testa. Merito della squadra di mister Nicola Germanà che non ha mai mollato.

Tutte e due le squadre vanno a mille all’ora. Un fenomenale Rene Bezić e Mattia Cavallaro portano i ragazzi  sul cinque a tre. Ottima fase difensiva e ripartenze, finalizzate anche da goal di pregevole fattura.

Secondo tempo all’insegna del recupero fisico dopo un tempo giocato a tutta. Cala lo spettacolo, e si alzano i toni dell’incontro e delle prestazioni fisiche. L’uni contro uno la fa da padrone. Bezic porta i suoi sul più tre. La squadra peloritana ne approfitta, chiudendo il tempo con un goal a 4 secondi dalla fine.

L’Auditore inesorabilmente patisce fisicamente, e subisce due goal ad inizio terzo periodo nell’arco di un minuto. 6-6! Qui la squadra del Presidente Arcuri, tira fuori, carattere, forza mentale, resilienza e perseveranza. Ragazzi che non mollano mai. Neanche di un centimetro. Ci sono state mille difficoltà in acqua. E nel momento peggiore tirano fuori azioni difensive e offensive di qualità, portandosi in vantaggio nuovamente di due goal. 8-6. Qui, nuovamente esce fuori il carattere dei messinesi. Che non mollano. E accorciano.

Quattro tempo all’insegna dell’equilibrio assoluto. Sull’otto a sette per l’Auditore a 2’40” dal termine della partita l’arbitro fischia rigore per i messinesi. Ma super Simone Sibilla, ottima prestazione la sua, si esalta e respinge il rigore con la mano sinistro. Episodio che potrebbe cambiare la partita. E così sarebbe se in attacco i ragazzi capitanati da Giuseppe Candigliota non fallissero l’appuntamento con il goal. Che invece, in occasione di uomo più, i ragazzi dell’Ossidiana non falliscono. 8-8. 19” da giocare.

La partita termina con un pareggio giusto. Ma con il rammarico per la squadra crotonese di essere stata due volte in triplo e doppio vantaggio e non aver avuto la forza di chiuderla. Appuntamento sabato prossimo per la prima casalinga, disputata però a Bari per la chiusura della Piscina Olimpionica: La Rari Nantes Crotone sfiderà l’Etna Waterpolo:

Post Correlati