La salvezza del Crotone passa dalle partite in casa: o dentro o fuori

La salvezza del Crotone passa dalle partite in casa: o dentro o fuori

#CrotoneSassuolo | RossoBlù e NeroVerdi di fronte nel 22° turno di Serie A: riflettori accesi sullo stadio Ezio Scida domani sera alle ore 18,00. Entrambe le formazioni sono reduci da una sconfitta, e il Sassuolo di mister Roberto De Zerbi è ottavo in classifica: le ambizioni sono le stesse, la vittoria, per due finalità importanti: Giovanni Stroppa, nell’odierna conferenza stampa, vuole conquistare il quartultimo posto in classifica e salvarsi, mentre l’allenatore degli emiliani tornare in Europa League.

Il Sassuolo è una squadra forte, specifica il tecnico, ma il Crotone deve costruire la salvezza in casa poichè: «allo Scida le partite fanno la differenza. Tutti crediamo alla salvezza». Anche perchè, ha aggiunto, le trasferte sembrerebbero proibitive.


«Ci sono tanti aspetti. Io credo che la squadra nella maggior parte della prestazione è concentrata. Non prendiamo goal per il sistema di gioco, abbiamo preso tanti goal a difesa schierata, e quindi non credo sia il sistema di gioco. E’ una questione di concentrazione e attenzione. La squadra ha sicuramente dei limiti e devo dire che nelle ultime due partite c’è un esempio che sono le rimesse laterali, da rimessa laterale abbiamo preso due goal. Poi goal davanti la porta. Credo non sia indicativo il modo di difendersi. Se a tre, o quattro o cinque».

Luca Cigarini è tornato ad allenarsi col gruppo, domani sarà a disposizione. Ahmad Benali ha accusato nuovamente il fastidio agli adduttori manifestato già durante la gara di domenica contro il Milan e sarà sottoposto ad esami strumentali. Recupera, invece, Reca.

«Puntavamo su Cigarini, ci è mancato, come ci è mancato Benali, perchè credo siano giocatori che abbiamo un peso specifico sul campo: per il tecnico rossoblù i giocatori che oggi  sono assenti, insieme, hanno dato una costruzione sul campo migliore. «Abbiamo pagato anche in questo. Averlo con noi ci dà qualcosa, un senso più di normalità anche se poi in campo non ce lo abbiamo».

Sul parco attaccanti ha detto: «Il fatto che è arrivato Di Carmine e poi Ounas ha alzato la competitività della squadra». Dubbi ancora sulla formazione in avanti che proverà a fare goal. Rientra Messias, dopo l’assenza per una giornata: «Messias sicuramente è una freccia dell’arco che abbiamo a disposizione, c’è la possibilità di giocare anche in modi diversi».

Danilo Ruberto

Leggi qui cosa ha detto mister Roberto De Zerbi prima della gara di domani.