L’acqua di Umbriatico arriva ad Assisi come dono di rinascita

L’acqua di Umbriatico arriva ad Assisi come dono di rinascita

Umbriatico (KR) – Per il 22 marzo, Giornata mondiale dell’acqua, il borgo di Umbriatico in provincia di Crotone ritorna ad essere protagonista perchè “l’acqua dei vescovi”, per la sua purezza, è immersa in un luogo salubre e in  una natura intatta. Ecco perchè è stata scelta nuovamente e questa volta sarà donata a Don Ruggero Iorio, moderatore generale dei  dell’Opera S. Maria della Luce, l’associazione di fedeli clericale che da qualche anno opera proprio ad Umbriatico.

La particolarità dell’Acqua di Umbriatico

Umbriatico è  ricca di acque purissime per la morfologia del luogo e ha sempre avuto varie sorgenti descritte in tanti libri di storia. Negli annali dell’antica diocesi si sa che Umbriatico è stata sede di settantadue Vescovi i quali, sin dalla costruzione della ex Cattedrale intorno all’anno mille,  si approvvigionavano da diverse fonti sparse nel paese per il vivere quotidiano.

L’acqua di Umbriatico, già dono per Papa Francesco

Il messaggio che parte dal piccolo borgo di Umbriatico sulla tematica dell’acqua inizia con diverse associazioni ed Istituzioni nel 2018 e nell’occasione fu realizzata un’esclusiva bottiglia contenente acqua dell’antica fonte dei Vescovi di Umbriatico, donata al Santo Padre Papa Francesco  che, persuaso dalla pregevole sinestesia, ne ha fatto tesoro e che dopo l’evento inviò il suo elemosiniere personale a conoscere la realtà di Umbriatico.

Nel 2019 insieme ad altre associazioni si è proseguito nell’evento itinerante partito dalla Calabria e tenutosi a Matera quale Capitale Europea della Cultura ed emblema di Città dell’acqua omaggiando il Vescovo di Matera-Irsina, S.E. Monsignor Giuseppe Caiazzo con un’artistica bottiglia creata dall’orafo Michele Affidato.

Oggi 

Quest’anno 2022 continua il cammino verso Assisi, candidata ad ospitare il World Water Forum del marzo 2024, per essere da supporto affinchè il risultato della candidatura sia positivo e portare un messaggio di rinascita e ricordando la XXIXª Giornata Mondiale dell’Acqua, per questa occasione è stata prodotta un’artistica ed esclusiva bottiglia, con acqua attinta all’antica fonte dei Vescovi di Umbriatico, creata dal maestro Elio Malena, recentemente scomparso e dall’orafo Giorgio Pucci, la preziosa confezione sarà accompagnata da una pubblicazione che descrive la storia dei vescovi sin dall’anno mille e l’evento che sarà svolto ad Assisi nei primi giorni di novembre.

L’evento ad Assisi si svolgerà presso il Convento e Santuario di San Damiano, che i Frati Minori abitano fin dal XIII secolo, è uno dei Santuari Francescani di Assisi, la Chiesa, sorta tra l’VIII e il IX secolo sui resti di un antico edificio, era in stato di precarietà quando Francesco la restaurò, accogliendo l’invito del Crocifisso: «Va’ e ripara la mia chiesa che come vedi è in rovina» (1205).

La presentazione dell’evento

L’evento e l’artistica bottiglia sono stati presentati alla stampa presso la sala Borsellino della Provincia di Crotone  questa mattina alla presenza del Presidente Sergio Ferrari,  e il Sindaco di Umbriatico Pietro Greco ed altre rappresentanze Istituzionali,  annunciando  la personalità e l’organizzazione distintasi nella rinascita di un Territorio, come l’acqua simbolo per eccellenza di rinascita.

Un orgoglio per tutta la comunità – ha dichiarato il primo cittadino – soprattutto per il premio ad una persona così importante, come don Ruggiero, il quale ha portato luce, nel vero senso della parola, ad Umbriatico, con il lavoro dei Padri dell’Opera S. Maria della Luce, presenti nella nostra comunità”.