L’arte di Emanuel Vizzacchero tra storia e cultura

L’arte di Emanuel Vizzacchero tra storia e cultura

Un luogo carico di storia, un simbolo del territorio crotonese. La frazione isolitana de Le Castella ospita da ormai diversi anni la maestria di un talento, si tratta dell’artigiano Emanuel Vizzacchero, fautore di di ceramiche annoverabili a vere e proprie opere d’arte. Un lavoro meticoloso, frutto di passione e studio della storia e delle tecniche utili a dare vita a delle creazioni che richiamano alla bellezza, alla tradizione e ai grandi fasti del passato. A raccontare i particolari del lavoro svolto presso la sua bottega è lo stesso artigiano castellese.

Emanuel Vizzacchero

«Nasco come artigiano ceramista, uno dei pochi rimasti nel territorio crotonese. Dopo un anno di attività sono stati insignito con il Contrassegno di origine e qualità da parte della Regione Calabria, un valore aggiunto al lavoro da me svolto che va a certificare la produzione effettuata nella mia bottega come produzione d’eccellenza».

Le opere che nascono dalle mani esperte di Emanuel Vizzacchero portano dentro di sè un diretto richiamo al territorio. «Ad essere richiamate sono la storia, la cultura e le tradizioni, partendo dalla ceramica contadina fino a quella tipica della Magna Grecia. Ad essere create sono ciotolame passando agli oggetti di arredo della casa fino ad oggettistica da appendere alle pareti, tutto rigorosamente effettuato con produzione artigianale».

Un riscontro positivo arriva poi dalla clientela, non solo dagli residenti ma sopratutto da tutto coloro che ogni anno fanno visita nell’incantevole località de Le Castella. «Durante il periodo estivo vengono effettuati dei veri e propri tour guidati durante il corso del quale, presso la bottega, vengono sia mostrati momenti di lavorazione ma anche raccontata la storia alla base delle singole creazioni. Per rendere ancora di più partecipi cittadini e visitatori ho deciso di operare fuori dalla mia bottega in modo da svolgere anche un ruolo di attrazione turistica sul territorio, potendo così valutare la differenza che esiste tra il semplice commercio di opere e il lavoro svolto da una bottega artigianale».

Nei mesi scorsi per Emanuel Vizzacchero è arrivato anche l’onore di potere rappresentare la sua terra e in generale la Calabria in occasione del premio Nazionale Mirabilia ArtinArt, Artigianato in Arte 2019. «Dopo aver vinto la selezione provinciale con l’opera “Calipso”, ho preso parte alla selezione nazionale svolta a Matera in occasione dell’VIII Borsa Internazionale del Turismo. Sono stato l’unico artigiano presente per la regione Calabria. A partecipare siamo stati otto artigiani provenienti da tutta Italia. Questa esperienza ha permesso di effettuare incontri con persone provenienti da tutto il mondo. A Matera è stata inoltre esposta, fuori concorso, anche l’opera del maestro Vincenzo Andracchio dal titolo “Sopra le nuvole”, omaggio al cinquecentesimo anniversario della morte di Leonardo Da Vinci».

Un futuro tutto da scrivere, con un momento particolare che lascia il tempo all’artigiano castellese di produrre in tranquillità le sue opere. «Mi dedicherò ora alla produzione di teste che attingono all’arte della Magna Grecia, tra i quali spiccano personaggi quali Omero, Poseidone, Euclide Medusa e tanto altro».

Leonardo Vallone

Post Correlati