Le Castella Comune: motivo di rinascita e di orgoglio per la Calabria

Le Castella Comune: motivo di rinascita e di orgoglio per la Calabria

La presidente dei "Piccoli Comuni d'Italia" scrive al Presidente Spirlì per perorare l'autonomia del borgo

Riceviamo e pubblichiamoLettera aperta del presidente dei “Piccoli Comuni d’Italia”, Franca Biglio, al presidente f.f. della Regione Calabria, Nino Spirlì che sottolinea l’ambizione del borgo di Le Castella a diventare Comune. Una battaglia di autonomia che un comitato di cittadini, di quello che oggi è una frazione di Isola Capo Rizzuto, porta avanti da anni. 

Chiarissimo Presidente, sono Franca Biglio e ho avuto il piacere di vedere, toccare e sentire i profumi della vostra Calabria più volte, anche grazie ai miei amici di Le Castella, perla Ionica nella provincia di Crotone. Oggi rappresento tante piccole realtà che messe assieme formano la nostra vera e splendida Italia.
Nel 1985 vengo eletta sindaco del mio comune di nascita: Marsaglia. Nel 1987 rendendomi conto che l’impegno che comportava era tanto, ho dato le dimissioni dal lavoro e da Cassano Magnago, in provincia di Varese, mi trasferisco in pianta stabile nel mio paese per dedicarmi totalmente ai miei concittadini ed al territorio. Perché credo che se pur piccolo, ogni territorio della nostra amata Italia meriti un occhio di riguardo.
Nel 1990 inizia il processo di razionalizzazione “venduto” come una grande opportunità, ma in effetti con l’obiettivo di ridurre i sevizi nelle nostre piccole realtà.
E così assistiamo gradualmente alla chiusura degli uffici postali, delle scuole, dei pronto soccorsi, di reparti ospedalieri, insomma di tutto ciò che prima era una capillarità funzionante e che oggi è un vuoto assoluto di servizi e benessere cittadino.
Nel 1997 la classica goccia: tesoreria unica anche per i comuni fino a 5000 abitanti.
Non perdo tempo: affitto un camper, mio marito alla guida, e giro tutta l’Italia da Nord a Sud, da Est a Ovest per incontrare i Sindaci, gli amministratori dei piccoli comuni d’Italia.
Un coro unanime: non siamo rappresentati da nessuno, dunque costituiamoci in associazione.
Nello stesso anno nasce l’Associazione Piccoli Comuni Provincia Cuneo; nel 1998 nasce l’Associazione Piccoli Comuni Regione Piemonte; il 14 novembre del 1999, presso la Sala Conferenze di Palazzo Marini in Roma, concessaci dall’allora Presidente della Camera, On Luciano Violante, nasce l’Associazione Nazionale Piccoli Comuni d’ Italia e vengo eletta presidente per acclamazione.
E lo sono tuttora.
Ma torniamo in Calabria. Anni fa, su invito da parte del Comitato per l’Autonomia di Le Castella, vengo invitata, e senza pensarci mi metto in viaggio e partecipo ad un incontro con la popolazione di Le Castella e me ne innamoro!
Mi innamoro immediatamente dei cittadini; della località, splendida con una enorme potenzialità di crescita; dei componenti del Comitato che si battono da anni, e con passione, per una giusta causa:
Le Castella Comune!
I contatti continuano nel tempo e il 26 giugno 2018 vengo audita in prima commissione della vostra Regione, il Presidente era Franco Sergio e convintamente peroro la causa che ho fatto anche mia.
Le Castella ha tutti i requisiti per diventare un bellissimo comune. Ed in un Paese dove si cerca in tutti i modi di ridurre il numero dei Comuni italiani, a scapito ovviamente dei più piccoli, la nascita di un nuovo comune può essere motivo di rinascita, di gioia, di orgoglio per tutti, anche per noi. Le Castella ha i numeri per essere autonoma, come si evince dai documenti che le allego e dalle relazioni già presenti in Regione, in Consiglio e presso le vostre commissioni.
Oggi il riordino dei Comuni della vostra Regione e il futuro di questa località è nelle vostre mani ed è tutto racchiuso nella proposta di legge 244/10^ già pronta e vagliata dalle commissioni, che però è ferma al solo fatto di essere portata in consiglio. La Regione Calabria è inadempiente dal lontano 2001, quando la riforma del titolo V° ha demandato alle singole Regioni nel legiferare per i propri territori.
Presidente, Consiglieri, a Voi, persone attente e sensibili rivogo il nostro profondo desiderio: accogliete con il cuore in mano questo appello: Le Castella Comune. L’appello di tutti noi.
I have a dream: Le Castella Comune! Aiutateci a realizzarlo! Grazie.

Franca Biglio