L’Inps stabilizza i precari di contact center, anche quelli di Crotone

L’Inps stabilizza i precari di contact center, anche quelli di Crotone

Finalmente una buona notizia per lavoratori precari che da anni attendono la stabilizzazione. Ieri è arrivata la notizia dell’internalizzazione, da parte di Inps, dei 3.100 dipendenti che per conto di società esterne svolgevano servizio di contact center a favore dell’istituto previdenziale.

Tra i nuovi dipendenti di Poste anche i crotonesi che dal 2010 attendono l’esito positivo di questa vicenda.

“Un’operazione di successo pubblico sia in termini di giustizia sociale che di avanzamento tecnologico, per cui è stato fondamentale il lavoro del presidente dell’istituto previdenziale Pasquale Tridico”. E’ il commento della vicecapogruppo del M5S alla Camera dei Deputati Vittoria Baldino.

“Quella conclusa oggi – va avanti Baldino – è un’operazione nata sotto il Conte II, che si inserisce in un contesto normativo di tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali, che ha visto il presidente dell’istituto previdenziale Pasquale Tridico interloquire e confrontarsi a più riprese con le varie realtà istituzionali con due obiettivi fondamentali: tutelare la stabilità occupazionale del personale adibito ai servizi di contact center multicanale; migliorare la qualità complessiva del servizio anche grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie. Inps servizi – conclude Baldino – la società che ha internalizzato 3.100 lavoratori dislocati in 11 sedi operative, tra cui Rende e Crotone, ha oggi tolto dalle preoccupazioni e dalle sofferenze, proprie del lavoro instabile, migliaia di cittadini e ora punta alla fase due: fornire maggiori servizi agli utenti grazie alla tecnologia”.