Lucca Comics: è dei crotonesi Filosa e Zurlo il “Miglior fumetto seriale”

Lucca Comics: è dei crotonesi Filosa e Zurlo il “Miglior fumetto seriale”

Cinque giornate all’insegna del genio e della passione, dal 28 ottobre al 1 novembre. L’edizione 2022 del prestigioso “Lucca Comics” ha portato grandi gioie al territorio crotonese attraverso due dei suoi figli, Vincenzo Filosa e Nicola Zurlo che hanno ottenuto il riconoscimento di “Miglior fumetto seriale” con “Cosma & Mito”. A parlarci a tutto tondo di questo risultato e della sua vita nel campo dei fumetti è uno dei protagonisti, Vincenzo Filosa.
Come nasce la sua passione per il mondo dei fumetti?

«Più o meno come per tutti, leggo fumetti sin da ragazzino e semplicemente non me ne sono mai allontanato».

Come è nato questo lavoro congiunto con Nicola Zurlo e di conseguenza “Cosma & Mito” ?

«Io e Nicola collaboriamo ormai da anni in ambito fumettistico, realizzando storie per il mercato delle autoproduzioni e delle fanzini. Non appena abbiamo avuto la possibilità di collaborare a una serie più complessa e articolata ci siamo lanciati subito nell’impresa».

Essere premiato per un proprio lavoro ad un evento così importante lascia delle belle sensazioni, quali sono quelle che ha provato?

«Grande soddisfazione da una parte, perché non capita tutti i giorni di ricevere un riconoscimento a livello nazionale così prestigioso ma anche un po’ di rammarico, perché la nostra serie, pur avendo ricevuto diversi riconoscimenti fuori dalla calabria, non ha ancora destato vero interesse tra i lettori della nostra regione».

Miglior fumetto seriale, si sarebbe aspettato questo riconoscimento? Quali erano le sue aspettative?

«Ogni scrittore lavora alle sue opere dando il meglio, le aspettative sono sempre altissime e non c’è modo di soddisfare mai del tutto le proprie ambizioni».

C’è qualcuno che vuole ringraziare per questo traguardo?

«Sicuramente la mia famiglia, che continua a sostenermi nel corso di tutti questi anni, poi l’editore, che ha creduto in un progetto così bizzarro».

Ci sono in cantiere nuovi lavori che può anticiparci?

«Con Nicola lavoriamo ai volumi successivi di Cosma e Mito, in solitaria sono invece impegnato nella realizzazione di un romanzo a fumetti per l’editore Rizzoli Lizard».

Quale consiglio vuole dare ai giovani, motivati e appassionati, che vogliano cimentarsi in questo mondo?

«Il mestiere del fumettista è complesso e richiede la conoscenza approfondita di diversi codici espressivi. Dal disegno alla letteratura, dalla musica al teatro, il linguaggio fumetto ingloba queste e tante altre discipline La passione può tornare utile fino a un certo punto, la cosa più importante è la costanza nell’impegno: disegnare tutti i giorni, almeno 10 ore al giorno».

L.V.



Articoli Correlati: