Luigi Caterisano si presenta con il suo “Modo Diverso”

Luigi Caterisano si presenta con il suo “Modo Diverso”

Luis è il mio progetto personale, ci sto lavorando da un po’ di tempo e quest’anno ho deciso di concludere questo mio lavoro». Il brano si chiama “Un modo diverso” e sarà disponibile in tutte le piattaforme digitali a partire da lunedì 19 agosto, canzone che compone l’album omonimo, il primo della sua attività musicale nata a soli 12 anni: «Una crescita interiore un insegnamento di vita da parte di un mio carissimo amico, grazie ai suoi consigli mi ha fatto scoprire e vedere il mondo appunto in “Un Modo diverso”». Luis, Luigi Caterisano nato a Crotone nel ‘91, ha scritto un album con sonorità Rockpop, Folk, Grunge e «con dei pensieri – ha detto – parole e suoni in cui mi hanno riportato alla mia adolescenza». Testi e musiche di Luigi, copertina album di Roberto Carta, Antonio Leto ai cori, Maurizio Taverna piano e violini. Chitarra classica di Antonio Galea nelle sonorità di “Anonima Verità”,  basso di Giuseppe Frazzetto nel brano Giada.

Caterisano ha coltivato fin da piccolo la passione per la musica. All’età di 10 anni inizia a suonare la chitarra da autodidatta e cosi, inizia scaldare la sua passione e a fare i suoi primi live. Nel 2015 decide di iniziare a comporre i suoi primi testi, i suoi primi versi, le sue prime canzoni scritte prima dal cuore e poi dalla mente. Nel frattempo si esibisce nei locali da solo con una chitarra, proponendo cover di Battisti, Battiato, Vasco, Califano, Moro. Nel 2016 esce il suo primo lavoro dal titolo “Colpo in testa”, un brano autoprodotto che esprime la rabbia di chi vuole continuare a vivere nonostante i problemi che incombono nella nostra società.  Nel 2017 entra a far parte della”Khatmandu Band”, già affermata nel calabrese (Tributo a RINO GAETANO) che è uno dei miti della sua adolescenza. Nutre un amore per i suoi versi poetici e veritieri e con passione portano avanti per tutta la Calabria e l’Italia la musica del grande cantautore crotonese.

Nel 2019 esce il nuovo singolo dal titolo “Al Bar”, un brano ironico ,scanzonato,  spensierato che mette a confronto gli anni 70 con gli anni di oggi, ricordando che si sono persi i veri valori della vita,soprattutto la semplicità di una volta.

“Fregarsene sempre del giudizio che si dà / Maledetti i pregiudizi che confondono la realtà”