Lungomare: verso la chiusura del traffico veicolare

0
Omcs – Banner News

Un lungomare vivibile, in estate così come nel resto delle stagioni. Nell’ultimo fine settimana il sole è tornato a risplendere, anche se per poche ore nel cielo cittadino, portando molti cittadini a optare per una passeggiata utile a riassaporare la bellezza di un luogo ricco di storia e di fascino: il lungomare.

Quello che però sembra avere rovinato un quadro “quasi” perfetto sono essenzialmente due elementi, per i quali si tarda a trovare una soluzione. In primo luogo il traffico veicolare, che non solo rovina questo scenario stupendo ma mette a rischio anche l’incolumità degli stessi cittadini, in secondo luogo il persistere lungo l’intero tratto di Viale Cristoforo Colombo degli ambulanti, che di fatto riducono lo spazio adibito al passaggio pedonale, creando non poco disagio a chi, invece, vuole concedersi qualche ora di svago con la propria famiglia.

In quest’ottica sembra avere idee chiare l’assessore alle Attività Produttive Sabrina Gentile che interpellata ha comunicato la prossima chiusura mattutina dell’intero tratto mediante la predisposizione di una specifica ordinanza. «Abbiamo preso atto di questo problema legato alla presenza di veicoli e per ovviare abbiamo deciso di chiudere l’intero tratto con una preclusione per i veicoli che andrà dalle ore 9:00 alle ore 13:00 di ogni domenica e per i giorni festivi infrasettimanali dal tratto compreso tra Piazza Rino Gaetano sino all’incrocio con Via Reggio».

Sulla presenza di ambulanti l’assessore Gentile sottolinea come la realtà delle intenzioni si vada spesso a scontrare con i mezzi a disposizione. «Da parte dell’amministrazione comunale esiste la ferma volontà di venire incontro ai cittadini attraverso l’attuazione di controlli e scelte importanti l’inasprimento delle sanzioni. Ovviamente – evidenzia l’Assessore alle Attività Produttive -, tali controlli dovrebbero prevedere la presenza di almeno una coppia fissa di agenti della Polizia Municipale, cosa che per carenze di personale non può avvenire, contiamo comunque di potere trovare a breve una soluzione che possa venire incontro anche a questa esigenza».

Sulle carenze del personale della Polizia Municipale si è soffermata anche la nuova dirigente Maria Teresa Timpano. «Stiamo cercando di organizzarci in modo da potere affrontare questo genere di necessità, ad oggi in servizio in città ci sono 33 unità, 20 delle quali impegnate in attività di vigilanza. Esiste però una legge regionale che prevede la presenza di un’unità per ogni cinquecento abitanti, per questo motivo Crotone dovrebbe avere oltre un centinaio di agenti, a conferma della carenza di personale». Per riuscire ad ampliare questo “gap” tra unità presenti e quelle necessarie si potrebbe guardare ad un concorso, che risulta assente da ormai molti anni. «In questa ottica rimaniamo vigili e la volontà e quella di lavorare affinchè si possa giungere anche ad un aumento delle unità per ovviare alla problematica».