L’Unical ospita il webinar dedicato all’intelligenza artificiale ed educazione

L’Unical ospita il webinar dedicato all’intelligenza artificiale ed educazione

Riceviamo e pubblichiamo – Cosenza (CS) – SIpEIA è una associazione culturale che riunisce accademici, studiosi, operatori, aziende e cittadini interessati ai problemi etici sollevati dall’Intelligenza Artificiale. SIpEIA (Società Italiana per l’Etica dell’Intelligenza Artificiale) nasce dalla esigenza di riflettere con grande attenzione sulle tematiche e le implicazioni etiche dell’IA in vari ambiti, intorno a cui si sta sviluppando un vivacissimo dibattito culturale che coinvolge saperi diversi.

Dopo il Convegno fondativo del 3 dicembre 2020, che ha visto la partecipazione online di oltre 600 persone e dopo il convegno online “Medici: primi attori o comprimari? Intelligenza Artificiale e Etica Medica” del 13 aprile 2021, SIpEIA organizza, con il patrocinio del Dipartimento di Culture, Educazione e Società dell’Unical, il Webegno (neologismo di SIpEIA per indicare convegni on line) dedicato a “IA ed educazione”, in programma il 7 giugno dalle ore 17 alle 19 e 30, su piattaforma Teams.

Il tema dell’incontro riguarda le opportunità, i rischi e le implicazioni che l’uso di tecnologie di Intelligenza Artificiale potrebbe comportare nell’ambito educativo. Le tecnologie digitali e intelligenti sono destinate a determinare un cambiamento epocale del settore educativo che si svilupperà in diverse direzioni. Un indirizzo pare sia quello nell’ambito della personalizzazione dell’apprendimento, che si profila tra le pratiche più convincenti e potenzialmente dirompenti in quanto favorisce il lifelong learning, l’apprendimento permanente, la formazione continua, che si presenta come una delle più urgenti esigenze.

L’aiuto tecnologico può garantire il miglioramento dei risultati di apprendimento, come nel caso a esempio dell’applicazione di social robot (ossia intelligenza artificiale incarnata) nei contesti di educazione. Al di là di questo c’è da ridefinire le linee di ricerca educative in rapporto all’IA, al fine di riuscire a abbattere le barriere di accesso alla conoscenza, garantire una formazione personalizzata inclusiva, precisare la centralità dell’interazione umana nella relazione educativa anche tenendo conto della fragilità educativa: i problemi non mancano e il Webinar intende cominciare a affrontarne alcuni.

Università della Calabria