Luoghi del cuore: sopralluogo a Capocolonna

Azione sinergica nell’area da parte del Polo Museale, del Comune e del Fai
0
Reale Mutua – sezione post

Capocolonna è pronta a rinascere, o almeno questo sembrerebbe l’obiettivo del Polo Museale della Calabria, del Fai (Fondo ambiente Italiano) e del Comune di Crotone.

Il promontorio Lacinio è infatti al centro di un lavoro che si sta svolgendo in sinergia con l’obiettivo di riqualificare, valorizzare e soprattutto rendere più fruibile uno dei posti più incantevoli e suggestivi non solo del terrtiorio crotonese ma dell’intera regione Calabria.

I lavori sul Museo, programmati dal Polo Museale sono in corso e termineranno a breve. Sempre a breve dovrebbe poi partire l’intervento più atteso, quello del Fai ottenuto grazie all’impegno del comitato costituito in occasione della candidatura di Capocolonna a Luogo del Cuore, il censimento promosso dal Fai in collaborazione con Intesa Sanpaolo “per il recupero del patrimonio storico e culturale italiano”.

Un investimento di circa 30.000 euro destinato alla valorizzazione e alla sistemazione dell’area circostante il tempio di Hera Lacinia, dove si trova la colonna: verrà ampliato il percorso di visita e la terrazza del “belvedere” sarà riqualificata con sedute e pannelli didattici. Il progetto prevede inoltre di incrementare la promozione del sito grazie all’organizzazione di visite guidate continuative. Dovrebbe inoltre essere eliminita la rete che isola, di fatto, la colonna. Sembra essere questo l’intervento più atteso che potrebbe ridare valore a quello che è il simbolo della Magna Grecia nella città di Crotone. «Proprio nei giorni scorsi – ha spiegato la direttrice del polo Museale della Calabria Angela Acordon – l’architetto che abbiamo incaricato per i lavori del Fai ha effettuato un sopralluogo nell’area interessata accompagnato dall’architetto Rossana Baccari».

Bisogna dunque attendere solo la presentazione ufficiale da parte del Fondo Ambiente Italiano dei lavori che potrebbero rivelarsi determinanti per la rinascita di uno dei luoghi che rappresenta un vero scrigno di tesori. Alcuni lavori interesseranno anche il parco Archeologico, si tratta di interventi che verranno effettuati dal Segretariato sempre per conto del Polo Museale. Dunque riflettori accesi su Capocolonna, area su cui si sta cercando di far convergere forze e interessi: «Abbiamo avviato un rapporto con il Comune di Crotone – ha spiegato la Acordon – per quello che riguarda soprattutto la pulizia e la sicurezza dell’area che necessita di un sistema di videosorveglianza importante». Continuano infatti ad essere registrati episodi di inciviltà che deturpono l’intera zona che ha dunque bisogno di maggiore tutela.

V. R.