Maltempo, Torromino: «sopralluogo che fisicamente non c’è stato»

Maltempo, Torromino: «sopralluogo che fisicamente non c’è stato»

A margine del tavolo tecnico che si è svolto stamane presso la sala consiliare del Comune di Crotone, legato al mancato stato di emergenza rivelato dalla Protezione Civile, a prendere la parola è stato anche l’imprenditore Sergio Torromino, della Metal Carpenteria S R L, tra le numerose aziende danneggiate dalla tromba d’aria che si è abbattuta nella zona industriale della città questo inverno.

«E’ una tragedia che abbiamo subito – ha dichiarato – e questa ingiustizia sul territorio, ancora una volta. Bisogna uscire fuori allo scoperto, non cerchiamo responsabilità, ma soluzioni al problema, però bisogna vedere che tipo di percorso è stato effettuato. Sicuramente l’anomalia di base è il sopralluogo della protezione civile, perché non può essere verificato tre mesi dopo l’evento catastrofico, ci sarebbe altro da aggiungere, per capire come si è arrivato a  fare questo sopralluogo che fisicamente non c’è stato».